martedì 7 febbraio 2017

Teaser Tuesday #128



La struttura originale del palazzo era stata eretta circa trecento anni prima da un re con la propensione alla stravaganza. Negli anni successivi, erano state aggiunte alla base di marmo e calcare molte altre ali, che si diramavano come affluenti, perdendosi in lontananza verso un'ignota destinazione. Sarebbe stato facile perdersi in un posto simile. 
«Come arrivo in cortile?» domando Shahrzad a Despina, dopo che si erano aggirate per i corridoi scintillanti del palazzo per una buona mezz'ora.
Despina piegò la testa da un lato, pensierosa. «Sì, non penso che ci siano problemi. Nessuno ti ha proibito ufficialmente di uscire all'esterno.»
Shahrzad resistette all'impulso di replicare, mentre Despina tornava indietro fino a un corridoio sulla destra. Il Rajput camminava accanto a Shahrzad, con una postura rigida e implacabile quanto l'espressione sul suo volto.

Da "La moglie del califfo" di Renée Ahdieh

venerdì 3 febbraio 2017

Recensione: "Bellezza Crudele" di Rosamund Hodge

Titolo: Bellezza Crudele
Autore: Rosamund Hodge
Editore: Newton Compton
Prezzo: 9,90
Data di pubblicazione: 08/10/2015

Costretta a fidanzarsi con il malvagio governatore del suo regno, la giovane e determinata Nyx sa che il suo destino è sposarlo, ma per coronare il suo sogno più segreto: ucciderlo e liberare finalmente il popolo dal giogo di quella crudele tirannia. Eppure nel giorno del suo diciassettesimo compleanno quando la ragazza si trasferisce con lui nel castello sulla cima più alta di tutto il paese - capisce che nulla è come se l'era aspettato, soprattutto il nuovo marito, incredibilmente affascinante e seducente. Nyx sa che deve salvare la sua gente a tutti i costi, eppure resistere al suo nemico giurato sta diventando sempre più difficile perché lui è ben deciso a conquistare il cuore della sua sposa.


Ho letto "Bellezza Crudele" principalmente per il fatto che il romanzo si ispira alla Bella e la Bestia, cosa che mi ha subito colpita.

La protagonista della storia è Nyx, che a soli diciassette anni è costretta a sposare il Signore Gentile, un demone che tiene in ostaggio il destino di Arcadia e di tutto il suo popolo, per adempiere a un patto fatto dal padre molti anni prima. Il piano di Nyx è quello di uccidere il demone anche a costo della sua stessa vita, in modo da salvare la sua gente. Ma non tutto va come previsto...

La trama di "Bellezza Crudele" secondo me si è discostata subito da quella della "Bella e la Bestia": la Hodge è riuscita a delineare una storia particolare che strizza sì l'occhio alla favola originale, ma che allo stesso tempo se ne distacca.
Ho apprezzato molto questa cosa, perché a ogni pagina non sapevo bene che risvolti avrebbe avuto la trama. Anche le atmosfere un po' gotiche e spettrali mi sono piaciute molto, ma ammetto di non aver apprezzato del tutto i personaggi, che secondo me sono tratteggiati in maniera un po' superficiale: alcuni comportamenti di Nyx nei confronti di Ignifex li ho trovato poco realistici e molto forzati, ad esempio. 
Forse questa è la cosa che mi è piaciuta di meno del romanzo, insieme a un finale molto veloce, che mi ha fatto storcere un po' il naso.

In ogni caso il romanzo è carino, lo stile di scrittura è semplice e fresco e fa sì che la storia scorra in un attimo. Credo che leggerò anche il secondo volume di questa serie, se ne avrò l'occasione.

★★★☆☆

mercoledì 1 febbraio 2017

Www... Wednesday #94


Buongiorno lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)


What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)

 

Ho iniziato un paio di giorni fa "Italian way of cooking" di Marco Cardone e direi che lo sto amando alla follia. Mi sta divertendo tantissimo, e i dialoghi in dialetto toscano sono la fine del mondo. Lo DOVETE leggere! 
Nel frattempo sto continuando a passo di lumaca "Sapphire Blue" di Kerstin Gier. Sarà che conosco già la storia perché lo avevo già letto in italiano anno fa, ma proprio non mi va di continuarlo, mannaggia a me. XD

What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)


Non la leggevo da un paio di anni, ragion per cui ho dovuto recuperare. Ne sentivo la mancanza. ^-^


What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)


Credo che leggerò "La moglie del califfo" di Renée Ahdieh, visto che è in attesa del suo turno da un bel po' di mesi.

martedì 31 gennaio 2017

Teaser Tuesday #127



Con l'eccezione di mr. Tatanka, gli raccontò ogni cosa. Per quello, non era pronto. Mentre ripercorreva gli avvenimenti delle ultime settimane, si accorse che parlarne gli faceva bene. Forse era questo che cercavo da Marica, considerò, mentre respingeva l'ennesima chiamata di quella che, a quel punto, considerava la sua ex amante. La cosa strana era che Mirco aveva molti meno problemi ad accettare la situazione di lui, che pure l'aveva vissuta in prima persona. L'aiuto cuoco fece qualche domanda, ma per lo più ascoltò.
Alla fine, rimase qualche istante in silenzio. «L'è più rognosa di quanto m'ero immaginato.»
Lo vedi, A parole l'è facile, poi invece...
«Però l'è una grande opportunità.»

Da "Italian way of cooking" di Marco Cardone

sabato 28 gennaio 2017

Recensione: "Angelize II - Lucifer" di Aislinn

Titolo: Angelize II - Lucifer
Autore: Aislinn
Editore: Fabbri Editori
Prezzo: 16,00 euro
Data di pubblicazione: 22/10/2014


Il massacro della chiesa di San Michele ha soffocato nel sangue lo scontro tra gli angeli caduti e i mezzi angeli. I pochi sopravvissuti si sono separati e, dopo aver perso amici, identità e amori, hanno tentato faticosamente di ricostruirsi una vita. Fino al momento in cui Lucifero mette in atto la sua vendetta. Il demone tradisce la Dea, riporta in vita Mikael e gli altri angeli uccisi e li trasforma nel proprio esercito personale, un'armata implacabile che ogni notte percorre le strade in cerca di vittime inermi. A contrastarlo i pochi mezzi angeli sopravvissuti, come Hesediel, pieno di rabbia e rancore, insieme ad alleati del tutto improbabili: l'arcangelo Uriel, che ha ormai imparato a vivere tra gli esseri umani, e Haniel, a cui la Dea ha concesso l'ultima possibilità per riscattarsi e salvare l'unica persona di cui gli sia mai importato. Solo che anche Lucifero ha un patto da proporgli... Mentre Mikael tenta con ogni mezzo di liberarsi dal controllo del demone, ognuno degli angeli dovrà compiere una scelta per la propria sopravvivenza - e per quella del genere umano. Tra vendetta e tradimenti, morte e redenzione, il cielo di Milano osserverà muto l'incrociarsi delle spade infuocate nell'ultima battaglia.


Non so perché, ma ho letto il secondo volume di questa duologia tutta italiana a distanza di un anno dal primo volume, nonostante questo mi fosse piaciuto molto.
In ogni caso, sono davvero contenta di non aver interrotto la lettura della duologia di Aislinn, perché questo secondo capitolo mi ha davvero convinta.

I fatti raccontati si svolgono a distanza di un anno rispetto a quanto accaduto in "Angelize", e nonostante il finale a dir poco tragico del primo volume, in "Lucifer" ritroviamo tutti i personaggi che avevamo imparato a conoscere: il taciturno Hesediel, l'ingenuo Rafael e il "matto" Haniel.
La storia comincia quando la Signora decide di riportare in vita Haniel: se Haniel riuscirà ad uccidere Lucifero, che se ne è andato dalla sua corte, e gli angeli che ora lui controlla, allora Haniel verrà ricompensato ottenendo di far tornare in vita Rafael.
Hesediel, invece, si è trasferito a Roma e ha cercato di gettarsi alle spalle il passato, finché un evento tragico non lo costringerà a tornare a Milano.

Il romanzo mi è piaciuto molto per vari motivi: prima di tutto ho trovato la trama davvero incalzante; non ci sono punti morti e la storia è ricca di colpi di scena che ribaltano letteralmente le sorti dei protagonisti.
I personaggi poi sono tutti ben costruiti, dal primo all'ultimo. In questo secondo volume mi è piaciuto molto Hesediel, ma in particolare mi sono affezionata al personaggio di Uriel, e devo ammettere di aver odiato l'autrice verso la fine del libro. :-P

L'unica cosa che forse un po' mi è mancata è l'effetto sorpresa che c'era nel primo volume. In "Lucifer" sappiamo già cosa sono diventati Haniel, Hesediel e Rafael, e conosciamo bene anche le motivazioni che spingono Mikael e la sua schiera di angeli. In ogni caso, ci sono tanti altri colpi di scena a movimentare la trama.

Consiglio la lettura della serie a tutti gli amanti dell'urban fantasy ricco di avventura!

★★★★☆