giovedì 15 agosto 2013

Libri dal passato - Recensione: "La figlia della foresta" di Juliet Marillier

Buongiorno a tutti e buon Ferragosto! :)

Era da un pò che ci stavo pensando, così ho deciso di creare una piccola rubrica per "dare lustro" a libri usciti qualche anno fa e che spesso, non essendo più in voga, rischiano di finire nel dimenticatoio. Per inaugirare la rubrica ho deciso di recensire un libro pubblicato in Italia dalla casa editrice Armenia nel 2005, e che mi è capitato di leggere circa un anno fa. Da allora me ne sono innamorata, tanto che è diventato uno dei miei libri preferiti. Si tratta de "La figlia della foresta" di Juliet Marillier, libro primo della "Trilogia di Sevenwaters".

Titolo: La figlia della foresta
Autore: Juliet Marillier
Editore: Armenia
Prezzo: 17,50
Data di uscita: 23/06/2005

Trama: Lord Column di Sevenwaters ha generato sette figli, ma sarà Sorha, l'unica figlia femmina, la settima della nidiata, a difendere la propria famiglia e a proteggere la propria terra dai britanni, nel momento in cui il padre e i fratelli rimangono vittime di un incantesimo della perfida Lady Oonagh. Rifugiatasi nella foresta, la giovane cade nelle mani dei suoi nemici, ma conosce l'amore...

Recensione:  Mi ricordo che quando ero bambina adoravo le favole. Avevo un paio di libri di fiabe che leggevo e rileggevo senza sosta, tanto che li avveo praticamente imparati a memoria. Una delle mie favole preferite era quella dei "sette fratelli cigni", in cui sette principi vengono trasformati in cigni da una potente strega. La principessa, unica scampata all'incantesimo, è costretta a tessere sette camicie di ortica, in completo silenzio, senza mai lamentarsi per il dolore o la stanchezza. Soltanto facendole indossare ai cigni potrà spezzare il sortilegio e farli tornare umani.
Che cosa c'entra tutto questo con "La figlia della foresta"? Semplice, il romanzo è una rivisitazione in chiave celtica della celebre favola.

Sorah, unica figlia femmina del re ed ultima di otto fratelli, è una ragazza piena di vita ed intelligenza, così come i suoi fratelli. Il re è però sprofondato in una profonda malinconia alla morte della moglie. Soltanto Lady Onaagh, una donna bella quanto misteriosa, riesce a risollevare il morale del re, tanto che questi decide di sposarla.
Sorah si rende conto però che nella sua nuova matrigna c'è qualcosa che non va: è falsamente dolce e non le importa davvero del re né dei suoi figli; l'unica cosa che sembra interessarle veramente è il potere. Sorah si rende però conto del pericolo troppo tardi: Lady Onaagh si rivela infatti capace di usare la magia, e per disfarsi dei giovani principi li tramuta in cigni. Soltanto la ragazza riesce, per pura fortuna, a sfuggire all'incantesimo. Rifugiatasi nel bosco, il potente spirito della Signora della Foresta le suggerisce il modo per poter salvare i suoi fratelli e farli tornare umani: dovrà tessere sette camicie di ortica, senza mai parlare finchè non sarenno terminate;e poi riuscire a farle indossare ai cigni.
Una lunga serie di imprevisti impedirà però a Sorah di terminare le camicie in breve tempo. Rapita da un gruppo di britanni, sarà costretta a lasciare il suo rifugio nella foresta e le sue camicie, per dover ricominciare il lavoro dall'inizio, in una terra sconosciuta ed ostile...

Il libro comincia un pò in sordina, ma poi la trama prende pieghe inaspettate e vi assicuro che sarà praticamente impossibile staccare gli occhi da questo romanzo. La scrittrice ha saputo reinventare in maniera magistrale la favola dei sette fratelli cigni, donandole vita nuova ed aggiungendo molto di suo senza comuncque snaturarla. Amore, magia, dolore e colpi di scena si susseguono uno dopo l'altro, donando a questo libro un ritmo incalzante. Se non l'avete ancora letto, fatelo! Questo è un piccolo capolavoro ed è un peccato che abbia avuto così poca visibilità.

Voto:  ★★★★+

3 commenti:

  1. Un retelling che non conoscevo, che bello!! *__* Grazie mille per la segnalazione, se mi capiterà l'occasione, non me lo lascerò sfuggire! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merita moltissimo.. se ti capita leggilo, non ti deluderà XD

      Elimina
  2. Questo genere mi mancava :) Se mi capita magari ci faccio un pensierino :)

    RispondiElimina