giovedì 7 novembre 2013

Recensione: "La Sedicesima Luna" di Kami Garcia e Margaret Stohl

Titolo: La Sedicesima Luna
Autore: Kami Garcia; Margaret Stohl
Editore: Mondandori
Data di pubblicazione: 16/03/2010
Prezzo: 18,00 Euro

Trama: È proprio una meravigliosa creatura, Lena: Ethan se n'è innamorato subito, appena l'ha vista arrivare nella sua sonnacchiosa cittadina. Non solo perché è bellissima, ma anche perché in lei riconosce la protagonista che tormenta in sogno le sue notti. L'intima connessione tra i due si trasforma presto in amore, ma Lena nasconde un segreto: al compimento del suo sedicesimo anno, per via di una maledizione sarà condannata a diventare una strega votata alla magia bianca o a quella nera. Il destino rischia di trasformarla in un mostro incapace di provare compassione.

Recensione: Era da un bel pò ormai che sentivo parlare bene di questo libro  che, grazie anche alla trasposizione cinematografica, è riuscito a farsi conoscere da una notevole fetta di pubblico. Ed è proprio grazie al trailer, che ho scoperto per caso su youtube e che mi aveva particolarmente colpita, che ho deciso di leggerlo.
"La Sedicesima Luna" è il primo romanzo di una quadrilogia incentrata sulle vicende di Lena Duchannes, una giovane maga, ed Ethan Wate, un ragazzo normale che però sembra avere un legame speciale con Lena.

Il romanzo, pubblicato nel 2010, risente fortemente dell'influenza del più fortunato Twilight: ho notato una certa somiglianza a livello di ambientazione (la maggior parte delle scene si svolgono all'interno del liceo di un paesino sperduto nel mezzo degli Stati Uniti) e contenuti ; eppure spicca per certi aspetti grazie ad una buona prosa e ad una caratterizzazione maggiore dei personaggi.

Ho cominciato a leggere questo libro non sapendo bene cosa aspettarmi: da una parte non apprezzo molto questo genere di libri "alla Twilight"; eppure ero curiosa ed era un bel pò che aspettavo di leggerlo. Come ho già detto mi sono trovata davanti ad una buona prosa che mi ha fatto ben sperare. Il libro risulta essere più che scorrevole.
Sono stata anche colpita positivamente dal fatto che il protagonista fosse un ragazzo, fatto insolito per questo genere di libri.
Ho apprezzato in particolare la ricostruzione storica e i vari riferimenti alla religione vudù sparsi qua e là all'interno del libro; spesso e volentieri i romanzi di questo genere di fermano a "Edward, sei bellissimo" (non me ne vogliano le fan di Twilight, ma io non sono riuscita ad apprezzare quella saga particolarmente).

Purtroppo non è tutto oro ciò che luccica. A partire dalla seconda metà del libro in poi, il ritmo della narrazione cala precipitosamente, ci vengono proposte e riproposte situazioni molto simili fra loro e che, dopo un pò, mi hanno annoiata davvero tanto, al punto che sono stata tentata di mollare il romanzo. Secondo me, dopo che il "mistero del medaglione" è stato svelato, le due autrici si sono un pò incagliate e non sono riuscite a tenere alto il livello narrativo. Un'altra cosa che non mi è piaciuta particolarmente è l'assenza di un vero e proprio antagonista per la maggior parte del tempo: Sarafine, la maga più oscura di tutti i tempi, per la maggior parte del libro viene solo nominata; per cui il posto di cattivo viene relegato a un branco di cheerleader particolarmente deficienti e a Ridley, un'altra maga oscura, che per quasi tutto il tempo al massimo fa scoppiare lampadine e cose del genere.

In definitiva purtroppo devo ammettere di non essere stata colpita troppo positivamente da questo romanzo, tanto che, a dire il vero, non sono assolutamente sicura di voler leggere i seguiti. Peccato!

Voto: ☆ e ½

8 commenti:

  1. E' la prima volta che leggo una recensione negativa per questo libro!!
    Io possiedo gli ebook si tutta la serie e, proprio perché sono in ebook, non riesco a convincermi a iniziarla..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'inizio lo trovavo carino ma poi, andando avanti con la lettura, ha cominciato ad annoiarmi sempre di più :(

      Elimina
  2. Concordo, anche a me non ha detto nulla di particolare :/
    Non ho ancora capito perchè qualche mago dovrebbe decidere di essere malvagio visto che ti dicono "smetterai di essere tu, e la tua famiglia di butterà fuori a calci"... non mi sembra così vantaggiosa, coem scelta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente non è proprio la cosa più sensata che io abbia mai letto XD

      Elimina
  3. Non so bene perché ma non non ho mai preso in considerazione l'idea di iniziare questa saga.. la tua recensione mi conferma questa idea! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      A me è capitato di leggere un sacco di recensioni positive, ma purtroppo mi sono trovata in disaccordo ^^'

      Elimina
  4. Finalmente qualcuno che la pensa come me! Ho letto solo pareri stra positivi di questo libro e mi sentivo l'unica ad andare controcorrente, dato che io non lo avevo apprezzato poi così tanto. Ho faticato molto ad arrivare alla fine e ancora non mi sono decisa a leggere i seguiti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece mi sono proprio decisa a NON leggerli XD

      Elimina