martedì 17 dicembre 2013

Teaser Tuesday #16

Buon martedì lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perchè spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.



A bordo di una nave spaziale, giorno e notte sono concetti privi di senso.  Gli ancestrali ritmi circadiani, però, vanno comunque rispettati e la tecnologia deve adeguarsi. Quandi anche la Cornucopia, come tutti i mezzi tranne i giganteschi vascelli da guerra a triplo turno e le grandi navi di linea, aveva un suo ciclo del sonno - un tempo di oscurità e di silenzio.
Rica Dawnstar si alzò dalla cuccetta e verificò la pistola ad aghi, gesto che era ormai un'abitudine consolidata. celise Waan russava sonoramente. Jefri Lion si girava e si rigirava, vincendo battaglie nella propria testa. Kaj Nevis era perduto in sogni di ricchezza e di potere. Anche il cybertech dormiva, per quanto il suo fosse un genere di sonno più profondo di quello umano. Per sfuggire al tedio del viaggio, Anittas si era sistemato su una cuccetta, connettendosi al computer della nave  e disinserendo se stesso. La metà cyber monitorava la metà organica. Il respiro era lento come un ghiacciaio e  molto regolare, la temperatura corporea bassa, il consumo di energia ridotto pressoché e zero. Ma i sensori di metallo argentato privi di palpebre che costituivano i suoi occhi a volte sembravano spostarsi leggermente, seguendo una qualche visione ignota. 
Rica Dawnstar uscì adagio dal locale. Nella sala di controllo, Haviland Tuf era da solo. In grembo teneva un grosso gatto grigio e le sue enormi mani pallide si muovevno sulla tastiera del computer. Sciagura, la piccola gatta bianca e nera, giocava ai suoi piedi. Si era impossessata di una matita luminosa e la stava facendo rotolare avanti e indietro sul pavimento. Tuf non la sentì entrare. Nessuno percepiva i movimenti di Rica Dawnstar, a meno che non fosse lei a volerlo.

Da "Il viaggio di tuf" di George R.R. Martin

8 commenti:

  1. Non vedo l'ora di leggerlo *-*
    E di leggere la recensione, se la scriverai ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, la scriverò di sicuro! :) Leggilo appena puoi Katerina, che merita *-*

      Elimina
  2. Mh.. A me continua a non attirare questo autore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo :'( Dagli una possibilità, secondo me ti ricredi XD

      Elimina
  3. Io di questo autore non ho letto nulla :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary devi rimediare assolutamente, Martin è un genio!

      Elimina