venerdì 31 gennaio 2014

Recensione: "Stardust" di Neil Gaiman

Titolo: Stardust
Autore: Neil Gaiman
Editore: Mondadori
Prezzo: 9,50 euro
Data di pubblicazione:  06/06/2005

Trama: In una fredda sera di ottobre una stella cadente attraversa il cielo e il giovane Tristan, per conquistare la bellissima Victoria, promette di andarla a prendere. Dovrà così oltrepassare il varco proibito nel muro di pietra a est del villaggio e avventurarsi nel bosco dove ogni nove anni si raccoglie un incredibile mercato di oggetti magici. È solo in quell'occasione che agli umani è concesso inoltrarsi nel mondo di Faerie. Tristan non sa di essere stato concepito proprio lì da una bellissima fata dagli occhi viola e da un giovane umano e non sa neppure che i malvagi figli del Signore degli Alti Dirupi sono anche loro a caccia della stella.

Recensione:  Lo ammetto, purtroppo non conosco bene Neil Gaiman come vorrei. Di questo autore mi era infatti capitato di leggere solamente "American Gods", romanzo urban fantasy che ho adorato e che è entrato di diritto nella lista dei miei romanzi preferiti dopodiché, per un motivo o per un altro, non avevo più avuto modo di leggere nient'altro. Poi, poco tempo fa, sono riuscita finalmente a leggere "Stardust", che probabilmente è il romanzo di Gaiman che ha avuto più successo, tanto che ne è stato addirittura tratto un film.

Cominciamo col dire che "Stardust" è molto diverso da "American Gods": i due romanzi differiscono in maniera radicale sia per contenuti che per trama e, soprattutto, differiscono per stile. Si fa davvero fatica a credere che siano stati entrambi scritti dallo stesso autore: entrambi sono scritti in modo impeccabile ma, dove "American Gods" è a tratti duro, visionario e anche un pò oscuro, "Stardust" è invece leggero e ha il sapore delle favole antiche.

Leggere "Stardust" è stato infatti come leggere una fiaba delicata. Il libro è permeato di magia e porta il lettore in un mondo in cui le stelle parlano, le fate e le streghe vendono fiori di cristallo e ci sono navi volanti che setacciano il cielo a caccia di fulmini.

Probabilmente l'intento dell'autore era proprio quello di creare una storia leggera e dalle tinte oniriche, ed in questo direi che è riuscito egregiamente. Purtroppo però il romanzo non possiede veri e propri colpi di scena capaci di tenere il lettore incollato alle pagine; il libro si lascia leggere con piacere ma la trama risulta in fin dei conti essere abbastanza prevedibile.

In definitiva direi che "Stardust" è un romanzo carino, ma Gaiman è sicuramente in grado di offrire di più ai suoi lettori.

Voto:

martedì 28 gennaio 2014

Teaser Tuesday #20

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perchè spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.



Il secondo mattino all'abbazia fu sgombro di qualsiasi paura riguardo agli incubi.
"Umido e freddo" era spuntato il mattino, come recitava la filastrocca. La nebbia aveva ammorbidito ogni dettaglio e conferito una tonalità onirica alle mie divagazioni. Non sembrava né giorno né notte. Senza sole, mi lascia il cappello annodato penzoloni intorno al collo.
 I giardini erano magnifici e molto europei. Con le siepi perfettamente scolpite, con le statue e le fontane, assomigliavano alle illustrazioni che avevo visto in certi libri. Era quasi impossibile credere che fossimo nel Mississippi. Quei giardini erano stati progettati con l'occhio dell'artista, che attribuii al mio padrino, e ogni scorcio appariva ancora più incantevole del precedente, inviandomi ad addentrarmi sempre di più nel giardino all'italiana, nel boschetto, nel roseto, nel giardino labirinto e nel giardino dei semplici.
Da "La camera di sangue" di Jane Nickerson

giovedì 23 gennaio 2014

Spazio agli emergenti - Recensione: "Onislayer" di Barbara Schaer + Intervista all'autrice

Titolo: Onislayer
Autore: Barbara Schaer
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 0,99 centesimi (disponibile solo in formato e-book)
Anno di pubblicazione: 2013

Trama: A Fairport, stato di Washington, gli Eredi degli antichi clan giapponesi combattono da centinaia di anni una guerra silenziosa contro i demoni Oni. Braccati da una terribile maledizione, l'unico ostacolo al ritorno del feroce Oda Nobunaga dagli Inferi è il vincolo della Coppia Eletta che gli Eredi proteggono a costo della vita.
Jin e Asami sono i prescelti per creare la nuova Coppia Eletta, ma tutto cambia quando Asami sparisce senza lasciare tracce, mettendo in pericolo gli Eredi e spezzando il cuore a Jin.
Sullo sfondo di una guerra senza fine, Jin e Asami si ritroveranno di nuovo insieme, ma nulla sarà più uguale a prima. Animata da una fredda e letale sete di vendetta Asami coinvolgerà Jin nella sua battaglia personale, e in un mondo dove nulla è ciò che sembra, fra travolgenti passioni, tradimenti, e oscure profezie, scopriranno che nonostante tutto il dolore che li ha divisi, l'amore che un tempo li legava non è andato completamente perduto. 
Recensione:  Mi capita molto raramente di leggere gli e-book, visto che al momento sono sprovvista di un qualsiasi dispositivo adatto a leggerli. Però, girovagando tra i vari siti e blog letterari, mi era capitato di imbattermi svariate volte in articoli e recensioni riguardanti questo "Onislayer" dell'autrice emergente Barbara Schaer. La trama mi incuriosiva parecchio, in più le recensioni che ho letto erano tutte praticamente entusiaste, ragion per cui mi sono attrezzata e, finalmente, sono riuscita a leggerlo.

Partiamo subito col dire che "Onislayer" è un urban fantasy dalle tinte particolari: l'autrice infatti ci propone una rivisitazione in chiave moderna delle antiche leggende giapponesi. Anche se il romanzo è ambientato negli Stati Uniti i protagonisti sono tutti discendenti degli antichi clan del paese del sol levante, un tempo separati da vecchi conflitti tribali ma ora uniti per uno scopo comune: uccidere gli Oni ed impedire al defunto guerriero Oda Nobunaga di tornare sulla terra sotto forma di demone.

La cosa che più mi è piaciuta del romanzo è quindi l'originalità che pervade tutta la storia: finalmente un romanzo urban fantasy che riesce a distinguersi in mezzo al mucchio di libri a tema vampiresco! Ho apprezzato molto le descrizioni e il modo in cui l'autrice è riuscita a farmi entrare, in tutta naturalezza, all'interno di un mondo pervaso dalla cultura giapponese e dai suoi miti.
Un'altra cosa buona del libro è senza dubbio la velocità con cui si svolgono gli eventi. Non ci sono momenti morti nella trama, per cui durante la lettura del romanzo non mi è mai capitato di annoiarmi.

I personaggi sono stati creati tutti con minuzia: ognuno ha una psicologia e un carattere propri, un proprio modo di agire e di interagire con il mondo circostante. Sicuramente il personaggio meglio riuscito di tutto il libro è la protagonista: Alex è un personaggio forte, che rimane ben impresso nella memoria del lettore.

Dopo un iniziale momento di confusione dovuto ad una trama abbastanza articolata e, come ho detto, molto veloce, i tasselli del puzzle sono andati tutti al loro posto, facendomi veramente appassionare alla lettura. La parte finale, soprattutto, è orchestrata in maniera fantastica. Non volendo rovinarvi la lettura non vi dico niente, vi invito però a dare una possibilità a questa scrittrice leggendo il suo romanzo: ne vale davvero la pena!

Voto:★★★★☆
E ora, tanto per far aumentare la vostra curiosità, ecco la ciliegina sulla torta!

Intervista a Barbara Schaer
Ciao Barbara, benvenuta sul blog! Parlaci un pò di te: da dove è nata la tua passione per la scrittura?
Ciao Aenor, grazie per avermi invitata, è un piacere rispondere alle tue domande! :) Quando mi sono appassionata alla lettura ho desiderato riuscire anche io a scrivere storie così da concretizzare le mie fantasie, e far vivere agli altri le stesse emozioni che provavo io leggendo. Prima di Alis Grave Nil ci sono stati tantissimi tentativi di concludere i romanzi che avevo in mente, ma solo quando ho scoperto l'urban fantasy e l'autopubblicazione sono riuscita a portarne uno a termine.
Come ti è venuta l'idea alla base di "Onislayer"?
Le leggende giapponesi sono ormai parte integrante della mia cultura, visto che mio marito è per metà giapponese :). L'idea base è nata così, rispolverando il mito di Oda Noobunaga e rimodernizzando l'idea dei clan, poi ho pensato a tutto il resto, concentrandomi sia sull'azione che sulle storie d'amore.
  
So che hai scritto anche un altro romanzo. Ti andrebbe di parlarci di "Alis Grave Nil"?
Alis Grave Nil è uno young adult che ho autopubblicato ormai quasi due anni fa. E' molto diverso da Onislayer, più introspettivo e riflessivo, è scritto infatti in prima persona, e con meno azione, specialmente nella prima parte. La trama ruota attorno ai due personaggi principali, Sara e Eric, al loro incontro solo apparentemente casuale e alle vicende che li coinvolgono, durante le quali si scopriranno la vera natura di Eric, il vero motivo che l'ha spinto a conoscere Sara, e la profondità dei sentimenti che li legano.
Tra tutti i tuoi personaggi ce n'è uno in cui ti capita di rispecchiarti?
Ogni personaggio inevitabilmente si porta dentro qualcosa di mio, perché inconsciamente credo di averli creati pensando a come avrei reagito io nelle svariate situazioni che li hanno condizionati, oppure esagerando difetti e tratti che mi caratterizzano.
Alex mi somiglia molto, o forse è a me che piacerebbe assomigliarle :), e anche Sara (protagonista di Alis Grave Nil). Ben, invece, è un'eccezione, perché è tutto ispirato a mio marito. 
C'è stato un personaggio più difficile da caratterizzare e uno che ti sei divertita di più a creare?
Per Alex provo un'empatia particolare. Scrivere i pezzi che la riguardano mi ha divertito moltissimo, così come le parti con la coppia Ben e Jin in azione :) Più difficile, forse, è stato Taro. I cattivi sono complicati da strutturare, spero sia diventato abbastanza convincente!
C'è qualche autore o magari un libro che ti ha particolarmente ispirata come scrittrice?
Credo che leggere sia fondamentale, ma non saprei dirti quale autore o romanzo mi abbiano ispirato di più. Ogni libro che mi piace aumenta la mia voglia di scrivere, ogni scrittore che apprezzo mi insegna qualcosa.

Che consiglio daresti ad un autore che stia cercando di emergere e farsi conoscere?
Non so se sono nella posizione per poter dare consigli...però per quella che è stata la mia esperienza posso dire che vale la pena investire sull'autopubblicazione, curando con passione sia tutti gli aspetti che riguardano il romanzo in sè (editing, revisioni, etc.) sia i contatti con i lettori e gli altri autori sfruttando i social network senza, però, esagerare.

Ultima domanda: hai in mente altri progetti per il futuro? Stai già lavorando a qualcosa?
Ho iniziato il seguito di Onislayer e sto lavorando a quello di Alis Grave Nil. Spero di finirli il prima possibile :)

martedì 21 gennaio 2014

Teaser Tuesday #19

Buon martedì lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perchè spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.



Il cielo cominciava a rischiararsi. Tristan appoggiò la testa sulla valigia di cuoio e si sforzò di ginorare gli insulti e le imprecazioni che arrivavano da parte della ragazza, imprigionata all'altra estremità della catenella. 
Tristan si domandò cosa avesse fatto l'omino peloso non vedendolo tornare.
Si domandò anche cosa stesse facendo in quel momento Victoria Forester, e pensò che probabilmente dormiva già nel suo letto, nella sua stanza, nella fattoria di suo padre.
Si domandò se sei mesi di cammino fossero veramente lunghi e di cosa si sarebbero nutriti strada facendo.
Si domandò come mangiassero le stelle...
E poi si addormentò.
Da "Stardust" di Neil Gaiman

lunedì 20 gennaio 2014

Spazio agli emergenti: i romanzi di Teresa Di Gaetano

Buongiorno, lettori!
Oggi volevo parlarvi di tre romanzi a mio parere molto interessanti, pubblicati dalla giovane autrice emergente Teresa Di Gaetano. I primi due romanzi sono strettamente collegati tra loro e, se avete intenzione di intraprendere la lettura, vi consiglio di non leggerli separatamente ;)

L'autrice ci parla così della sua saga fantasy:
La saga “La sabbia delle streghe” nasce nel lontano 1994, però vede la luce soltanto nel 2011 quando pubblico per la Butterfly edizioni il primo libro della saga (La sabbia delle streghe – La leggenda di Primrose). Nel tempo, non ho mai smesso di lavorare alla stesura dei libri della saga. Il piano dell’opera prevede la scrittura di 12 libri. Ho reso già noti i sottotitoli sul blog ufficiale della saga (http://lacrimedicristallo.blogspot.it/).

Ed ecco a voi le schede dei tre libri già pubblicati:

Titolo: La leggenda di Primrose (La sabbia delle streghe #1)
Autore: Teresa Di Gaetano
Editore: Butterfly Edizioni
Prezzo: 11,00 euro
Data di pubblicazione: Maggio 2011


Trama:  
Delicata come un petalo di rosa perché raccontata con la stessa leggerezza di una fiaba, “La leggenda di Primrose” narra le avventure di una semplice ragazzina dal nome provvisorio IO, che un giorno, in apparenza per caso, si è persa ne Il deserto della solitudine.
Vorrebbe far ritorno nel suo mondo, ma non sa proprio come fare. Col tempo, suoi compagni diventano i granelli di sabbia del deserto e la misteriosa guida Chesterfield. Lui non solo le insegnerà ad accettare questa nuova realtà, ma le affiderà un importante missione: salvare dalla prigionia la principessa Primrose e il principe Chidley, gli unici in grado di liberare il GranRegno dal malefico e potente mago Ozark. IO intraprende allora il suo lungo viaggio e, attraverso il racconto degli altri personaggi, scoprirà la leggenda sulla principessa Primrose. Nonostante Urania, la principessa delle fiamme e fedele alleata di Ozark, cercherà in tutti i modi di impedirglielo, IO riuscirà lo stesso a portare a compimento la sua missione. Ma allo stesso tempo la condurrà a scoprire un risvolto davvero inaspettato della sua storia personale, riservandoci quindi un degno colpo di scena finale.

***

Titolo: Alla ricerca dei ricordi (La sabbia delle streghe #2)
Autore: Teresa Di Gaetano
Editore: Self-publishing youcanprint
Prezzo: 13 euro
Data di pubblicazione: Dicembre 2013

Trama:
Sono trascorsi alcuni anni e la principessa Primrose ha trascorso tutto questo tempo al Castello insieme a sua madre e all’amato sposo, il principe Chidley. Nel frattempo, Kandahar, principe del regno di Duverger, si è messo in viaggio insieme al suo fidato servo Aalborg per cercare Primrose. Sua figlia Milmay è stata colpita dalla maledizione di una delle Tredici Streghe Nere e Kandahar ha appreso dallo Stregone Chabod che solo Primrose può guarirla.
Stanca di attendere, Primrose però decide di partire da sola per cercare i suoi ricordi di principessa. E così una notte, mentre tutti dormono al Castello, abbandona il suo sposo per intraprendere il viaggio alla ricerca dei ricordi.
Chi incontrerà la principessa Primrose durante il suo lungo viaggio? Solo amici o anche nemici invincibili? E soprattutto riuscirà alla fine a ricordare? Amore e dolore, vita e morte, enigmi e segreti mai svelati prima d’ora: un susseguirsi di eventi, che porteranno Primrose a crescere, a maturare, e a diventare regina del GranRegno.
Scoprite questo fantasy, dove la fantascienza si mescola con l’urban fantasy per regalarvi un mix davvero originale e unico, completamente fuori dagli schemi classici. Dove nulla è dato per scontato e tutto può sorprendervi. Fino all’inaspettato finale...

***


Titolo: Yinger e l'antico tomo (La sabbia delle streghe #9)
Autore: Teresa di Gaetano
Editore: Self-publishing youcanprint
Prezzo: 15 euro (oppure a 0,97 centesimi in e-book)
Data di pubblicazione: Agosto 2013

Trama: 
 Yinger è una maga dueng, un particolare tipo di maga. Lei, infatti, a differenza dei normali maghi non può svelare a nessuno il suo segreto, altrimenti perde i suoi poteri. A meno che non siano maghi come lei. Sua nonna, Aduial, le affida una missione molto importante: portare l’Antico Tomo nella città di Akyab per salvarla dalla tirannia del mago malvagio Zhoseng. Così Yinger, insieme al suo amico di infanzia Aless, parte. Le accadranno diverse avventure; incontrerà amici, nemici e alleati. Ma soprattutto dovrà fare una grande scelta. Scopritela, leggendo questo fantasy dal chiaro sapore genuino e dalla scrittura chiara e scorrevole che vi permetterà di evadere dalla realtà, trasportandovi in un mondo fantastico... Lo trovate scontato in tutti gli stores di internet e sul sito della youcanprint.

***

L'autrice:

Teresa Di Gaetano è diplomata in Giornalismo Radiotelevisivo ed è giornalista dal 2004. Ha collaborato per diverse testate giornalistiche locali, partecipando anche a due concorsi giornalistici che ha vinto. Per due anni ha frequentato un corso di giornalismo a Roma avendo come insegnanti le migliori firme del giornalismo italiano, come giornalisti dalla Rai a La Repubblica, dal Corriere della sera a La7. Ha partecipato a diversi premi letterari, segnalata più volte, alcuni dei suoi racconti sono apparsi nelle antologie dei premi. Oltre ai libri della saga fantasy “La sabbia delle streghe”, ha altresì scritto il breve romanzo rosa Senza di te (Butterfly edizioni). Ha frequentato un corso di sceneggiatura e scrittura creativa dove suoi insegnanti sono stati diversi professionisti del settore e, nell’ambito di questo corso, ha svolto uno stage presso la Casa editrice Flaccovio. Recentemente, ha svolto tre livelli di un corso per scrittura on line con la scrittrice Moony Witcher.  Il suo racconto fantasy, Nadja e la bacchetta di fuoco e ghiaccio, è stato pubblicato sul primo album della LittleDreamers (collana diretta dalla scrittrice Moony Witcher) della Casini editore.  

***

Per saperne di più:
Per saperne di più sulla scrittrice e il suo mondo seguite il suo blog personale: Il diario di Teresa (http://ildiarioditeresa.wordpress.com/ )

Invece per saperne di più su La sabbia delle streghe visita il blog ufficiale della saga:

O la pagina fan ufficiale della saga su Facebook: https://www.facebook.com/pages/La-sabbia-delle-streghe/527478860611125