venerdì 9 maggio 2014

Recensione: I quattro racconti prequel de "Il Trono di Ghiaccio" di Sarah J. Maas

Tempo fa, agli arbori del blog, avevo recensito il romanzo d'esordio della scrittrice americana Sarah J. Maas, intitolato "Il Trono di Ghiaccio" (QUI la recensione). Il romanzo non mi ha fatto impazzire, per cui per parecchi mesi ho evitato di leggere i racconti prequel; poi, qualche settimana fa, mi sono capitati sottomano e alla fine ho deciso di dare una seconda possibilità a Sarah J. Maas e al mondo da lei creato.  


L'assassina e il signore dei pirati è il primo dei quattro racconti, e ci presenta subito i due personaggi principali: la giovane e sfacciata assassina Celaena e il più meditabondo Sam. I due sono in missione per conto del Re degli Assassini: devono infatti incontrare il Signore dei Pirati e stipulare un accordo commerciale con lui. Tra i quattro racconti questo è probabilmente quello ritmicamente più veloce e pieno d'azione, e mi ha fatto venire voglia di leggere subito il secondo.

Ne L'assassina e il Deserto Cealena si ritroverà da sola a dover affrontare un lungo viaggio per farsi addestrare da uno dei più grandi assassini del mondo. Il racconto è molto carino e il colpo di scena finale mi è piaciuto, però la storia non possiede il ritmo narrativo incalzante che aveva caratterizzato il primo dei racconti.

Leggendo L'assassina e il Male riusciamo finalmente ad accompagnare l'assassina Celaena in una vera e propria missione. Il racconto in se è buono e, come il precedente, presenta degli ottimi colpi di scena; eppure forse, tra i quattro racconti, questo è quello che mi ha convinta di meno. Probabilmente alcuni atteggiamenti un po' troppo ingenui di Celaena non si addicono a colei che dovrebbe essere la più grande assassina della nazione.

L'assassina e l'impero  è invece il racconto che mi è piaciuto di più in assoluto. Il racconto, dotato come i precedenti di buonissimi colpi di scena, è riuscito a coinvolgermi emotivamente e a farmi appassionare davvero alla lettura di questa serie.

In generale ho trovato i racconti molto più coinvolgenti e meglio strutturati rispetto al romanzo vero e proprio e, come dicevo, sono riusciti a farmi davvero appassionare alla storia. Consiglio la lettura dei racconti sia a chi ha letto "Il Trono di Ghiaccio" sia a chi ancora non l'ha fatto.

Voto complessivo: ★★★★☆

8 commenti:

  1. Sono d'accordo con te. Io ho letto i racconti prima del libro vero e proprio che un po' mi ha deluso. Nel libro ho trovato una Celaena molto diversa da quella dei prequel (che mi piaceva di più), più tosta e meno frivola. Inoltre, non ho apprezzato che nel libro siano stati fatti così pochi riferimenti, sia narrativi che "emozionali" ai racconti. E' vero che sono un di più probabilmente scritto a posteriori, ma una storia così intensa, come quella dell'ultimo racconto, non può non aver lasciato un segno nella protagonista. Segno di cui non ho trovato traccia nel libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Completamente d'accordo con il tuo commento, Deoris :)

      Elimina
  2. Con tutta la roba che ho da leggere, non puoi fare una recensione simile che mi spinge verso ben quattro racconti :(
    Tieni conto che a me il libro è pure piaciuto, quindi se mi dici che le novelle sono meglio mi tenti ancora di più >__<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha :D Sì, i racconti sono decisamente meglio! Comunque sono tutti abbastanza corti; se ti venisse voglia di leggerli non ci metteresti molto tempo :)

      Elimina
  3. Anche a me sono piaciuti e concordo.. l'ultimo è il più bello :)

    RispondiElimina
  4. Ancora non ho letto il romanzo... magari potrei cominciare col rimediare partendo dalle novelle! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono più carine! Ps: bentornata, Sophie :D

      Elimina