giovedì 27 novembre 2014

Spazio agli emergenti - segnalazione: "Crimson Moth" di Reika Kell

Buongiorno, lettori! :)
Oggi vi presento un romanzo fantasy dell'autrice emergente Reika Kell, la cui trama mi ha veramente conquistata: sembra davvero suggestiva e particolare, e promette molto bene.
Senza dilungarmi vi lascio direttamente alla scheda e alla trama del romanzo, in modo che anche voi possiate farvi un'idea! :)

Titolo: Crimson Moth
Autore: Reika Kell
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 2,68
Data di pubblicazione: 22 Novembre 2014
Pagine: 167
Dove acquistarlo: Amazon - Kobo

Trama: Vadìr. Un mondo distrutto dal ghiaccio. Un mondo assediato dal potere maledetto di una Strega. Questo è lo scenario in cui vive Ellen, giovane Cercatrice di Vadìr dal cuore indomito e dallo spirito combattivo.
La vita che conduce è quella che ha sempre creduto fosse l’unica vita possibile, finché suo fratello Cam e la bisbetica Methe decidono di rivelarle qualcosa in più sul vero motivo per cui i Vadìriani sono imprigionati in un lembo di terra, la loro terra, e vivono come schiavi sotto il costante controllo dei Servitori. Un’antica leggenda le aprirà gli occhi.
Cosa rappresenta davvero la Falena Cremisi? Chi è Ail e quanta umanità si cela ancora dentro di lui? E da dove proviene l’incantevole melodia prodotta da quel violino? Schiacciata dal peso atroce di perdite strazianti e sconvolta da costanti sogni e visioni, arriverà per Ellen il momento di compiere delle scelte.
E di conoscere la verità.
Un Fantasy drammatico e introspettivo, in cui nulla è realmente come sembra. Crimson Moth – Tra la vita e la morte esiste una linea sottile. Non superarla mai.

L'autrice: Reika Kell è nata nell'Aprile del 1986 e la prima parola che le sue tenere labbra sono riuscite a pronunciare è stata “leggere”. La seconda, com’è ovvio, è stata “scrivere”. Anche se, in realtà, le due passioni sono nate cronologicamente invertite. 
Dal primo momento in cui Reika ricorda di essere stata capace di tenere una penna in mano, è incominciato il delirio. Mondi nuovi e incantati, streghe e stregoni, fate ed eroi hanno iniziato a popolare il magico universo di questa scrittrice, incapace di arrendersi al triste fatto di dover vivere una sola, e a tratti monotona, esistenza. 
Reika è un’inguaribile sognatrice, che non può fare a meno di dar voce alle storie che si plasmano nella sua mente, ai personaggi che si creano quasi da soli e che si impongono con tanta forza, da non poter fare a meno di imprimere le loro emozioni e le loro avventure sulla carta. 
Oltre ad occuparsi della sua sconfinata passione per la lettura e la scrittura, Reika si è laureata in Legge e, attualmente, segue una scuola di specializzazione per le professioni legali. Se doveste incontrarla lungo i corridoi di qualche tribunale, potrebbe darvi l’impressione di una persona seria ed equilibrata, quasi “normale”, ma… non fatevi ingannare: in quella testolina popolata da esseri fantastici, da personaggi enigmatici e da misteriose creature della notte, le parole “serietà”, “equilibrio” e “normalità” non sono affatto contemplate. 
E’ autrice di “Lacrima Nera”, il suo romanzo d’esordio, un fantasy romance autoconclusivo disponibile dal 13 Gennaio 2014 su Amazon.

mercoledì 26 novembre 2014

Www... Wednesday #9

Buondì, lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)


What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Ho iniziato ieri "R.I.P. Requiescat in Pace" di Eilan Moon. Per ora non mi sta facendo impazzire; spero di ricredermi andando avanti con la storia!


What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)



Questa settimana ho terminato "I rami del tempo" di Luca Rossi e "Perfetto" di Alessia Esse. Il libro di Luca Rossi mi è piaciuto molto, anche se il finale mi ha lasciata perplessa. "Perfetto" l'ho trovato carino ma, per i miei gusti, la trama è un po' troppo lineare. In ogni caso è stata una piacevole lettura.

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Non lo so, ci sono troppe cose che vorrei leggere! Credo che mi lascerò guidare dall'ispirazione del momento! :)

Quali sono le vostre letture? Fatemi sapere! :D

martedì 25 novembre 2014

Teaser Tuesday #53

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perché spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.


Kaspar Nowak dormiva un sogno senza sogni, quello dei farmaci che lo mantenevano in coma. Presto si sarebbe risvegliato e avrebbe scoperto che tutto ciò che aveva fatto fino a quel momento, non era servito a nulla. Il Male nascosto sotto il suolo di Wawel non si era saziato e lui non avrebbe potuto aiutare sua figlia in quella battaglia. 
Iga tremava mentre osservava le palpebre del marito, chiuse come quelle di un morto. Aveva perso tanto, troppo, in quegli ultimi anni e sapeva con chiarezza che il suo debole cuore non avrebbe retto un'altra disgrazia.
Borislav Todorov era un guerriero eccellente. La donna rammentava come aveva salvato il figlio dall'attacco di quelle invasate veneratrici del diavolo che volevano usare il cimitero di Cracovia per il rituale di evocazione di Lucifero. Dopo quella vicenda, Jozef e il suo salvatore erano diventati compagni inseparabili.

Da "R.I.P. Requiescat in Pace" di Eilan Moon

venerdì 21 novembre 2014

Recensione: "Sei gradi di separazione" di Federica Nalbone

Titolo: Sei gradi di separazione
Autore: Federica Nalbone
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 0,99
Data di pubblicazione: Ottobre 2014

Trama
Il peso di un segreto porta Arianne alla Mogove High School, una scuola privata che le permetterà di rimanere un anno lontano da casa e da qualsiasi persona lei abbia mai conosciuto. Al suo arrivo, però, scopre con grande sorpresa la presenza delle cugine Juls e Myranda, perse di vista ormai da anni dopo aver trascorso l'infanzia come sorelle. Le loro personalità differenti sembrano complementari, tanto da spingerle le une verso le altre, proprio come un tempo, e tanto da attirare le attenzioni di ulteriori persone intorno a loro. Su tutti, Richard Evans, che dimostra aperta e gratuita ostilità nei confronti di Arianne; eppure è sempre intorno a lei, forse a causa delle lezioni in comune, forse perché la osserva più di quanto desideri ammettere. Lei lo cerca sempre, ne è ossessionata e, fra timori e scontri, fra loro sboccia qualcosa di inaspettato che non può più essere negato. 
Una storia che parla di legami, desideri, amicizia, amore e fiducia, simbolicamente districata nel corso delle pagine attraverso la teoria dei sei gradi di separazione.

Recensione
Dopo la duologia urban fantasy "Poteri Spezzati", Federica Nalbone torna con un nuovo romanzo. "Sei gradi di separazione" è, a livello di tematiche, molto diverso dai precedenti romanzi di questa scrittrice: non ci sono infatti vampiri e cacciatori; qui si parla di qualcosa di più intimo e, per certi aspetti, profondo.

La protagonista del romanzo è Arianne, una ragazza che, per lasciarsi alle spalle un passato doloroso, si trasferisce e inizia la sua nuova vita alla Mogove High School, un costoso liceo privato nel bel mezzo del nulla. Qui Arianne pensa di poter finalmente ricominciare da capo: se nessuno la conosce nessuno potrà giudicarla. Eppure, per uno strano scherzo del destino, nella nuova scuola incontra Juls e Myranda, le cugine che non vedeva da anni.
Le storie dei protagonisti vengono man mano legate attraverso l'interessante teoria dei sei gradi di separazione, che ho apprezzato molto.

L'unica "pecca" del romanzo è la sua brevità: penso che, se fosse stato un po' più lungo e se fosse stato dato un po' più di spazio al segreto di Arianne, la resa sarebbe stata migliore.
In ogni caso "Sei gradi di separazione" mi è piaciuto e l'ho letto velocemente, e spero di poter leggere a breve un nuovo romanzo di Federica.

Voto
★★★★☆

giovedì 20 novembre 2014

Recensione: "Sconnessione" di Alessandro Fusco

Titolo: Sconnessione
Autore: Alessandro Fusco
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 1,49
Data di pubblicazione: 2013

Trama: «Prima di interrompere il messaggio, mi rivolgo a te, che stai ascoltando o stai leggendo le mie parole, in qualunque oggi, o domani ti trovi. Puoi dirti certo che questa realtà sia la sola a cui sei stato destinato, o nella quale sei finito per caso, per un fattore di coincidenze, attimi, cromosomi? Se le tue azioni non possono avere alcuna conseguenza per te stesso dopo la morte, se non sugli altri, quale senso dai al tuo patrimonio ideologico, ai tuoi pensieri, alla tua identità? Venire dal nulla per spegnersi nel nulla, condannati a trasmettere una memoria genetica e intellettuale corruttibile, comunque diversa dall’originale. Considera se questo è accettabile. E se invece pensi che non abbia senso porsi delle domande, considera allora questo: se ti trovassi un giorno senza più alcun legame, senza affetti, né speranze – è una condizione plausibile, guardati attorno, per chi crede la vita solo biologica, senza valori o finalità – che senso avrebbe essere, se non essere ha le stesse conseguenze sia che tu sia solo un ammasso di cellule in decadimento, sia che tu possieda invece un riflesso di te stesso, un Avatar della tua coscienza, altrove?»

Jackal Randall è un'ombra, un agente in incognito della Sicurezza Speciale, soggetto 1-17 del progetto Harlequin. Il suo campo d'azione è la sua città, il riflesso del suo mondo, della patria, sede di quelle istituzioni che ne reggono l'ordine. Il suo compito è prevenire il crimine e combatterlo. Il suo compito è ubbidire. Ma ciò che lo attende oltre la barriera che separa quel mondo dal Blocco X, una volta disubbidito, è un cammino a ritroso sul sentiero dei ricordi e della propria coscienza.

Recensione: Ormai da un bel po' di tempo seguo lo scrittore Alessandro Fusco sulla sua pagina facebook ma, nonostante i suoi romanzi mi ispirino, non avevo ancora avuto modo di leggere nulla di suo. Ho deciso di iniziare con "Sconnessione" per due motivi: il primo è che questo tipo di ambientazione mi ispira sempre, il secondo è che ho preferito cominciare con un racconto per rendermi conto dello stile dell'autore.

"Sconnessione" è un racconto dalle tinte cyberpunk e futuristiche, distopiche e quasi post-apocalittiche. Jack, il protagonista, è un agente ombra del governo che, attratto da una misteriosa luce proveniente dal Blocco X, una specie di ghetto in cui solitamente manca l'elettricità, decide di scoprire il mistero e si intrufola nel Blocco per investigare.

Il racconto è ben strutturato e ben scritto; si sente che Alessandro, oltre a scrivere romanzi, è anche un autore di poesie: le parole sono scelte davvero con cura, e si incastrano perfettamente le une alle altre.

In conclusione, questo racconto mi è piaciuto molto e credo che a breve leggerò anche qualcos'altro di questo scrittore (la sua saga fantasy "Il sole di Alur", ad esempio!).

Voto: ★★★★☆

mercoledì 19 novembre 2014

Www... Wednesday #8

Buondì, lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Sto leggendo "I rami del tempo" di Luca Rossi. Mi sta piacendo molto, anche se in alcuni punti la narrazione è un po' troppo veloce.

What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)



Questa settimana ho letto "La discendente di Tiepole" di Alessandra Paoloni e "Piloti e nobiltà" di Diego Ferrara. La discendente tutto sommato mi è piaciuto anche se, per i miei gusti, è un po' troppo tendente verso il genere paranormal.
"Piloti e nobiltà" è un racconto che si legge in una mezz'ora e mi è piaciuto molto... L'unica pecca è che è troppo corto! Voglio il seguito!

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)


Sinceramente non lo so... forse leggerò "Perfetto" di Alessia Esse.

Quali sono le vostre letture? Fatemi sapere! :D

martedì 18 novembre 2014

Teaser Tuesday #52

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perché spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.


Il mago Obolil si aggirava nel laboratorio di magia aiutato dal bastone da passeggio. Il suo sguardo era truce. Gli occhi si muovevano senza sosta da un punto all'altro. "Eh, guarda come lo ha ridotto quello stolto di Aldin. Mi chiedo come potesse imparare qualcosa tra tutte queste cianfrusaglie" rantolava.
L'apprendista Ilis era in piedi al centro del locale, imbarazzato, incapace di capire se dovesse parlare, muoversi, sedersi o iniziare a riordinare.
"Nulla. Non ha capito nulla dei miei insegnamenti. Guarda di quali elementi si circondava. E sperava di abbattere la barriera con questi?" disse e, con una manata, liberò il tavolo da un gran numero di oggetti preziosi.
"Butta, butta tutto. Per strada! Non voglio più vedere tutta questa robaccia!"
"Ma maestro..."
Oboil si voltò a guardarlo, gli occhi incorniciati dalle orbite nere, carichi d'ira.
"Parlerai quando sarai interrogato, ragazzo. Ti è sufficientemente chiaro?"

Da "I rami del tempo" di Luca Rossi

lunedì 17 novembre 2014

Spazio agli emergenti - segnalazione: "A un passo dalla vita" di Thomas Melis

Buongiorno, lettori!
Per iniziare la settimana vi presento il romanzo d'esordio dell'autore sardo Thomas Melis, "A un passo dalla vita". Senza dilungarmi troppo vi lascio direttamente alla scheda e alla trama del libro, così che possiate farvi un'idea! 

Titolo: A un passo dalla vita
Autore: Thomas Melis
Editore: Lettere animate
Prezzo: 1,99
Data di pubblicazione: 24/10/2014
Genere: Noir/Hard Boiled
Pagine: 320

Trama: È una Firenze fredda, notturna e mai nominata quella che fa da palcoscenico alla storia di Calisto e dei suoi sodali, il Secco e Tamagotchi. La città è segnata dalla crisi globale, dietro l’opulenza pattinata del glorioso centro storico si nasconde la miseria dei quartieri periferici. Calisto è intelligente, ambizioso, arriva dal Meridione con un piano in mente e non ha intenzione di trasformarsi in una statistica sul mondo del precariato. Vuole tutto: tutto quello che la vita può offrire. Vuole lasciarsi alle spalle lo squallore della periferia – gli spacciatori albanesi, la prostituzione, il degrado, i rave illegali –, per conquistare lo scintillio delle bottiglie di champagne che innaffiano i privè del Nabucco e del Platinum, i due locali fashion più in voga della città. Calisto vuole tutto e sa come vincere la partita: diventando un pezzo da novanta del narcotraffico. Cupamente, nella rappresentazione di un dramma collettivo della “generazione perduta”,schiava di un sistema socioeconomico degenere e illusa dalle favole di una televisione grottesca, si snoda questa storia di ingiustizie e tradimenti, ma anche di amicizie e amori forti tragicamente condannati. Perché il male non arriva mai per caso e la vita non dimentica mai 
nulla, non perdona mai nessuno.

L'autore: Thomas Melis è nato a Tortolì, in Sardegna, nel 1980. Ha studiato presso le Università di Firenze e Bologna concludendo il suo percorso accademico nell’anno 2008. Nella vita si occupa di progettazione su fondi comunitari e consulenza aziendale per lo sviluppo. Ha collaborato con diverse riviste on line, dedicandosi alle analisi degli scenari internazionali e della politica interna. “A un passo dalla vita” è il romanzo con il quale esordisce per Lettere Animate Editore.

venerdì 14 novembre 2014

Recensione: "La linea sottile" di Denise Aronica

Titolo: La linea sottile
Autore: Denise Aronica
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 2,99 (ebook); 13,00 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 14/07/2014

Trama: Quando Beth torna dal college per l’estate nella piccola cittadina di Queen’s Creek, in Arizona, non sa che la sua vita sta cambiare. Senza rendersi conto di come o perché, si ritrova a passare attraverso uno specchio e finisce in un mondo apparentemente simile al suo, ma non del tutto identico. Nella realtà al di là dello specchio, infatti, la madre di Beth, morta suicida anni prima, è viva e vegeta e le appare davanti canticchiando mentre si appresta a fare il bucato. Anche suo fratello maggiore, Joe, scomparso da mesi, si aggira per casa in tutta tranquillità e la sua sorellina più piccola, Amy, da tempo ricoverata in una clinica psichiatrica, sembra stare alla grande. 
Beth scopre che qualsiasi specchio diventa una porta, sotto le dita di chi, come lei, possiede il Dono. E che attraverso quella porta si può avere accesso a infinite possibilità. Infiniti mondi alternativi. Assieme al suo amico immaginario, Peter, e alla sua migliore amica, Charlie, Beth scoprirà la verità sulla sua famiglia e verrà coinvolta in un qualcosa che si rivelerà essere più grande di lei. Qualcosa che potrebbe mandare in frantumi la sua vita. Riuscirà a vegliare su coloro che ama e, allo stesso tempo, a fare la cosa giusta prima che sia troppo tardi?

Recensione: Seguendo da un po' di tempo il blog di Denise Aronica, Reading is Believing, ho scoperto che aveva scritto un romanzo. La trama mi incuriosiva, e così ho deciso di leggerlo.

"La linea sottile" narra la storia di Elisabeth, detta Beth. La ragazza ha avuto una vita molto dura: la madre si è suicidata, e a causa del trauma la sorella minore è finita in una clinica psichiatrica. Joe, suo fratello maggiore, è invece scomparso misteriosamente dopo la morte del nonno. Tutti questi avvenimenti hanno, ovviamente, influenzato la vita di Beth: chi non ne verrebbe disturbato? E infatti Beth condivide la propria vita con Peter, un amico immaginario che la segue ovunque.
Il libro comincia mostrandoci Beth sdraiata nello studio del suo psicologo, che le spiega che Peter non è altro che una creazione del suo subconscio. Ma sarà veramente così?
In ogni caso, la storia prende veramente vita quando Beth, attraverso uno specchio, viene trasportata in una realtà parallela in cui tutto è diverso, e ogni cosa è come Beth vorrebbe: la sua famiglia non è disastrata e lei è una ragazza normale.

Il romanzo mi è piaciuto molto, soprattutto grazie allo stile semplice ma comunque molto curato di Denise Aronica: una pagina tira l'altra, e in pratica ho finito per divorare questo romanzo. Anche la storia è molto carina: è ben strutturata ed equilibrata, e aspetto il seguito per vedere quali inattese pieghe prenderà.

Voto: ★★★★☆

giovedì 13 novembre 2014

Recensione: "L'eredità del serpente" di Diletta Brizzi

Titolo: L'eredità del serpente
Autore: Diletta Brizzi
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 0,89
Data di pubblicazione: 2013

Trama: La vita di Aurora, ventitreenne con la passione per l'esoterismo e le pratiche occulte, scorre serena e monotona. Almeno fino a quando non incrocerà gli occhi di ghiaccio di un uomo inquietante e apparentemente privo di umanità che sembra essere legato al suo passato...un passato ancestrale di cui la giovane ragazza ignora persino l'esistenza. 
Lui è Azazael, uno dei sette Principi dell'Inferno, decaduto dal Cielo in un'epoca dimenticata dall'uomo a causa di un peccato che per grazia divina era concesso unicamente agli esseri umani: l'amore. 
Ma le cose per lui non stanno andando come si aspettava. Spogliato delle vesti di Principe dall'Imperatore Lucifero, suo padre, intenzionato a riconquistarne la fiducia e riprendere il posto che gli spetta accanto a lui, Azazael tenta di infrangere la più antica e catastrofica profezia biblica, per volgere la vittoria finale a favore dell'Inferno. Un'impresa che lo porterà ad incrociare il cammino di Aurora, ragazza dallo sguardo familiare, del più potente Arcangelo del Cielo, interessato anch'egli alla giovane e a una profezia le cui radici furono poste in un passato che tutti e tre sembrano aver dimenticato e che li riguarda molto da vicino. 

Recensione: "Leredità del serpente" è un racconto breve della scrittrice self Diletta Brizzi che ho avuto modo di leggere qualche sera fa grazie alla disponibilità dell'autrice.

La protagonista del racconto è Aurora, che vediamo subito immersa nell'azione: infatti la ragazza sta cercando una misteriosa botola all'interno della chiesa di S. Agostino, a Lucca. La ragazza, però, finisce per cacciarsi nei guai: nella botola era infatti imprigionato il demone Azazel, che la insegue per la città deciso a ucciderla.

Il racconto racchiude in sé idee molto carine: per prima cosa mi è piaciuta l'attenzione per i dettagli biblici che l'autrice ha inserito nel racconto; in più l'ambientazione nostrana, per giunta molto curata, rende la narrazione ulteriormente affascinante.

Lo stile dell'autrice è semplice e diretto e fa sì che il lettore non si annoi mai durante la lettura, e il racconto è risultato ben strutturato.

L'unica vera e propria pecca è, secondo me, l'eccessiva brevità del racconto: una storia come questa, per svilupparsi pienamente, avrebbe avuto bisogno di più spazio. Così risulta tutto un po' "spezzato", non si riesce a entrare bene all'interno delle meccaniche della storia. Sicuramente se "L'eredità del serpente" fosse stato un romanzo lo avrei apprezzato di più.

In ogni caso si tratta di un racconto molto carino, e spero di poter leggere a breve qualcos'altro di questa scrittrice.

Voto: ★★☆½

mercoledì 12 novembre 2014

Www... Wednesday #7

Buon pomeriggio, lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Sto leggendo "La discendente di Tiepole" di Alessandra Paoloni. E' carino e scritto bene, ma forse tende un po' troppo verso il genere paranormal, per i miei gusti.

What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)





"Sconnessione" di Alessandro Fusco, "L'eredità del serpente" di Diletta Brizzi (che ringrazio per avermi inviato il libro :D), "Sei gradi di separazione" di Federica Nalbone e "La linea sottile" di Denise Aronica. A breve arriveranno le recensioni! ;)

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)


Ho davvero tanto da leggere, ma credo che per prima cosa mi dedicherò al racconto "Piloti e Nobiltà" di Diego Ferrara. ^_^


Quali sono le vostre letture? Fatemi sapere! :D

martedì 11 novembre 2014

Teaser Tuesday #51

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perché spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.


Arrivammo dalla vecchia Gilda che il cancello era già spalancato. 
Carmine ci aveva preceduto di alcuni minuti e lo vidi portare il corpo di Christian, ancora senza vita, dentro casa. Parcheggiammo, e prima che Lorenzo spegnesse il motore della macchina io ero già scesa. Mi misi a correre e Vlad, il grosso pastore tedesco, mi rincorse. Non appena entrai dentro casa mi tolsi lo zainetto rosa dalle spalle gettandolo a terra (non ricordavo nemmeno dove e quando lo avevo rinfilato) e feci per salire le scale. Carmine era già arrivato su uno degli ultimi scalini, ma Valerio mi bloccò. 
«Emma, aspettiamo qui.» mi disse in tono fermo e basso.
Lo guardai: nulla di lui adesso faceva immaginare quello che era stato solo qualche istante prima. Feci per ribellarmi, ma alla fine cedetti al suo ordine. Esausta, mi accasciai su una sedia. Posai i gomiti sul tavolo e afferrai la testa tra le mani. Il cuore mi batteva ancora all'impazzata, e il respiro faticava a tornarmi regolare.

Da "La discendente di Tiepole" di Alessandra Paoloni

domenica 9 novembre 2014

Spazio agli emergenti - segnalazione: "Bastardi!" di Eleonora Mandese

Buondì, lettori! :)
Oggi vi presento un romanzo che, già dalla copertina, si preannuncia davvero carino e coinvolgente! Si tratta di "Bastardi!" di Eleonora Mandese... Senza dilungarmi troppo, vi lascio alla scheda del libro! :)

Titolo: Bastardi!
Autore: Eleonora Mandese
Editore: Lettere Animate
Prezzo: 1,49
Data di pubblicazione: 27/10/2014

Trama: Quante volte vi è capitato di usare con le vostre amiche la parola "bastardo"? Centinaia, migliaia? Sì, perché è inevitabile incontrare tante persone sbagliate, avvertire il suono fastidioso del cuore sgretolarsi ad ogni nuova delusione, ma altrettanto giusto è non perdere la speranza di cercare l'amore aspettando che vi travolga e rivoluzioni totalmente la vita.
Non vi nascondo che dietro questo libro c'è un vero e proprio obiettivo: farvi guardare il tradimento non come una piaga, ma come un punto di partenza dal quale partire per poter desiderare un amore migliore attraverso il legame indissolubile dell'amicizia. 
E... qualcosa di completamente nuovo, un social network sui bastardi... 
Questo è “Bastardi!”, un libro che mostra senza pietà la doppia faccia dell’amore. Tradimenti, bugie, inganni e sotterfugi si ritrovano nelle parole di Elisa, Marirosa, Silvia e Antonella, protagoniste di storie diverse, ma dagli intrecci comuni. Tratto da una storia vera, probabilmente la tua!
Un libro scritto con sagacia, ironia e passione.

L'autrice: Eleonora Mandese nasce a Taranto il 07/07/1995 e frequenta l'università degli studi di Milano. Esordisce nell'ottobre 2014 con il paranormal romance "I seguaci di Ipnos:l'incubo" edito dalla casa editrice UteLibri. Collabora con diverse testate giornalistiche ed è blogger presso Leggere a Colori.

Per finire, vi lascio qualche link utile:
Sito dell'autrice: www.eleonoramandese.com
Dove acquistare "Bastardi!": Link Amazon

venerdì 7 novembre 2014

Recensione: "Raivo. Millennio di Fuoco" di Cecilia Randall

Titolo: Millennio di Fuoco. Raivo
Serie: Millennio di Fuoco #2
Autore: Cecilia Randall
Editore: Mondadori
Prezzo: 16,00
Data di pubblicazione: 16/09/2014

Trama: Dopo tante battaglie e peripezie Seija, l'Eroina di Etten, è finalmente riuscita a fuggire dal castello di Raivo, l'umano convertito alla causa dei demoniaci vaivar, che tanta morte e distruzione ha seminato sul suo cammino. Eppure qualcosa in lei è cambiato per sempre. Conosce il motivo per cui Raivo ha voltato le spalle agli umani, accettando di trasformarsi nella creatura che guida gli eserciti dei demoni. Sa che lui, che il mondo adesso teme e chiama "il Traditore", è stato in realtà il primo a essere stato tradito, secoli prima, il giorno che degli umani invidiosi hanno ucciso la donna che amava. Quella donna a cui lei somiglia così tanto. Quella donna che lui sembra aver cercato da allora e che non potrà mai smettere di cercare. Per questo, adesso che ha perduto le tracce di Seija, è pronto a tutto per ritrovarla. Seija, nel frattempo, come un animale in gabbia, è tenuta lontana dai campi di battaglia, destinata a sposare il principe Lothar di Baviera e a ricompattare le fila degli umani. Ma forse le cose non sono come sembrano. Forse sia nell'alto consiglio degli umani che in quello dei vaivar, agli ordini della terribile regina Ananta, ci sono forze che cospirano per il proprio potere personale, indifferenti all'esito della guerra. Riusciranno Seija e Raivo a superare le infinite distanze che li separano, a ritrovarsi, nel corpo e nel cuore, mentre gli eserciti di uomini e demoni, le forze del bene e del male, si preparano allo scontro finale?

Recensione: A quasi un anno di distanza dalla pubblicazione del primo volume della duologia (QUI la mia recensione di "Seija"), la Mondadori ha finalmente pubblicato il capitolo finale di "Millennio di Fuoco" di Cecilia Randall, autrice anche della saga di Hyperversum e del fantasy storico "Gens Arcana".

In questo nuovo volume i fatti vengono ripresi a poche settimane di distanza da dove li avevamo lasciati con "Seija": la principessa del popolo nomade dei saahavi è ora ufficialmente promessa sposa del futuro imperatore Lothar, e ha abbandonato i campi di battaglia per prepararsi al suo battesimo e al successivo matrimonio. Fuori però si continua a combattere: i saahavi, guidati dal giovane Ari, fronteggiano insieme ai cristiani la minaccia dell'enorme e potente esercito dei Vaivar e dei loro schiavi Manvar. In più Raivo, il Traditore dell'umanità, non ha nessuna intenzione di lasciar vivere il principe Lothar, e gli dà la caccia attraverso il territorio bavarese.

Queste sono le premesse dalle quali si svilupperà la trama di questo secondo e conclusivo capitolo di "Millennio di Fuoco". Come sempre Cecilia Randall è stata bravissima a descrivere con estrema minuzia l'ambientazione e le battaglie con tutti gli elementi bellici: nonostante sia "solo" un romanzo, grazie alla bravura della scrittrice in più di una scena ho avuto l'impressione di trovarmi in mezzo alla mischia, accanto ai vari personaggi. 

Come nel volume precedente i personaggi sono tutti ben caratterizzati e hanno una loro psicologia tridimensionale. Anche i vari popoli che vengono descritti all'interno del romanzo possiedono una loro identità ben definita, e questo rende "Millennio di Fuoco" ancora più realistico.

Come nel volume precedente, però, ho trovato due piccole pecche: per prima cosa, non si capisce ancora bene cosa siano i Vaivar: mentre su "Seija" non veniva proprio spiegato qui c'è un tentativo di chiarimento, che però risulta essere un po' troppo vago. La seconda cosa che non mi ha convinta del tutto è il personaggio di Britte, la bambina veggente: nella recensione del libro precedente avevo infatti detto che per me, più che un vero e proprio personaggio, Britte fosse un espediente per far scoprire a Seija e al lettore il passato segreto di Raivo. Speravo che in questo nuovo volume Britte avesse un ruolo un po' più centrale, ma non è stato così.

In ogni caso, se non avete ancora cominciato questa duologia vi consiglio vivamente di leggerla perché, a parte qualche minuscola e marginale imperfezione (soggettiva), merita davvero tanto. Questi due libri sono riusciti a trasportarmi nel loro eterno medioevo, a farmi appassionare alla storia e affezionare ai personaggi e, infine, a emozionarmi.

Voto: ★★★★☆ e ½

giovedì 6 novembre 2014

Intervista a Federica Nalbone, autrice della duologia urban fantasy "Poteri Spezzati"

Buongiorno, lettori! :)
Oggi vi propongo la mia intervista alla scrittrice Federica Nalbone, autrice della duologia urban fantasy "Poteri Spezzati" (QUI la mia recensione di "Poteri Spezzati", e QUI quella di "Poteri Ritrovati") e del romanzo "Sei gradi di separazione"!




-Ciao Federica, benvenuta sul blog! Per iniziare vorrei chiederti: quando è nata la tua passione per la scrittura?
Ciao cara, grazie a te per avermi ospitata in questo bellissimo angolino! Ti rispondo subito, la passione per la scrittura è nata quando ero ancora piccolina, mi è sempre piaciuto scrivere e devo dire di averlo fatto con molta costanza in tutti questi anni. Mi sono allenata molto per tentare di migliorarmi, anche se sono stata timidissima a lungo, tenendo per me i miei scritti e condividendo la mia passione solo con gli amici più stretti. Soltanto negli ultimi tempi ho iniziato ad aprirmi agli altri, il resto penso che si sappia.

-Come ti è venuta l'idea alla base della tua duologia "Poteri Spezzati"?

Non saprei dirti con certezza. L'urban fantasy mi piace da molti anni ormai e ho letto svariati libri del genere, ma a un certo punto è nato in me il desiderio di avere una storia tutta mia, che fosse esattamente come la volevo: piena di adrenalina, di azione, di movimento, lotte, amore, passione e nemici pericolosi. Volevo ci fosse dentro di tutto! Ero stufa della protagonista che “viveva una vita normale” e veniva catapultata dentro il mondo fantasy, io la volevo già ben inserita e pure brava, fra le migliori, e forte, coraggiosa, che lottasse con le unghie e con i denti per ciò in cui credeva. E non mi interessava che si salvasse il mondo, preferivo una situazione più contenuta: io volevo si difendesse. Insomma avevo le idee chiarissime ed ero molto motivata, scrivere è stata quasi una liberazione; l'ho fatto con molto entusiasmo e ricordo che ero proprio felice di poter decidere ogni aspetto dell'avventura, ero piena di ispirazione. È stato molto bello per me.

 -Tra i vari personaggi di cui hai scritto ce n'è uno che preferisci? Se sì, perché?
Amo Alison, ma per un pelo il mio preferito è Dave. Io amo Dave! La sua sofferenza mi fa venire voglia di consolarlo, povero tesoro. Ho una passione per i personaggi con un passato difficile, che reagiscono con forza e determinazione, chiudendosi in sé stessi... e Dave è proprio così. E sotto questa scorza dura lui è buono e generoso, è incredibilmente altruista e vorrebbe aiutare chiunque, facendosi in quattro per gli altri, prendendosi cura di tutti tranne che di sé stesso. Non posso non amare un ragazzo così. Ed è sexy, che non gusta mai. L'ho tirato fuori dai miei sogni!

-So che hai scritto un altro romanzo, "Sei gradi di separazione". Ti va di parlarcene?
Con molto piacere! Speravo proprio me lo chiedessi e per questo ti ringrazio. A chi ha letto la mia duologia urban fantasy lo chiarisco sempre: Sei gradi di separazione è un libro ben diverso, non c'è lo stesso ritmo, non c'è l'azione, niente sangue e lotte, si cambia proprio genere. La mano e la mente sono le mie, ovviamente, ma qui prevale la normalità, prevalgono i pensieri, le riflessioni, la routine, le emozioni e le sensazioni. Ho inseguito più la scia dei sentimenti piuttosto che quella dell'azione. Come mi piace fare, ho inserito anche una trama che accompagna il percorso interiore, mi piace ancora dare un'impronta alle pagine e una sorta di movimento alle mie storie, ma soprattutto un senso e un significato a ciò che scrivo. Spero di cuore che tutto questo arrivi forte e chiaro a chi ha letto o leggerà la storia. 



-C'è un autore o un libro che ti ha influenzata in qualche modo?

Purtroppo sono lontana anni luce dall'aver appreso qualche qualità dai miei autori preferiti, ma spero in futuro di poter cambiare la mia risposta. ;) 

-Ultima domanda: hai in mente qualche altra storia, o stai scrivendo qualcosa di nuovo al momento?
Sono una persona fantasiosa, ho sempre in mente qualche storia e scribacchio continuamente, ma solo una minima parte di tutte queste idee e di tutti questi scritti diventa una storia seria che decido di pubblicare. Spero con il tempo di acquisire maggiore controllo su ciò che scrivo, ma attualmente non riesco a fare progetti, non so proprio se i miei scritti riusciranno bene o male – la penultima storia, per esempio, mi è uscita fuori davvero brutta! -  ma attualmente non bolle nulla di imminente in pentola. Penso proprio che il 2014 si concluderà con queste pubblicazioni per me e sono contentissima così. 


Grazie mille per l'intervista, Federica! :)

mercoledì 5 novembre 2014

Www... Wednesday #6

Buon pomeriggio, lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Sono alle prese con i primi capitoli del romanzo di Denise Aronica del blog Reading is Believing, "La linea sottile". Avendo letto solo qualche pagina non mi sbilancio, ma per ora non sembra male!

What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)


Ho finalmente letto "Raivo. Millennio di Fuoco" di Cecilia Randall e, come il primo volume, mi è piaciuto tantissimo. A breve arriverà anche la recensione! :)

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)


Non ne sono sicura, perché ho comprato TROPPI ebook e ho l'imbarazzo della scelta, ma credo che mi dedicherò alla lettura del racconto "Sconnessione" di Alessandro Fusco!

Quali sono le vostre letture? Fatemi sapere! :)

martedì 4 novembre 2014

Teaser Tuesday #50

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perché spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.


Sto facendo di nuovo lo stesso incubo che ormai mi tormenta da tempo. So che sto sognando e darei tutto pur di svegliarmi e non doverlo rivivere un'altra volta. Ci provo con tutte le mie forze, eppure non ci riesco. E' come se il mio subconscio mi obbligasse a guardare. 

Sono sul prato della mia vecchia casa, a Phoenix, dove stavamo prima che i miei genitori divorziassero. Amy è sull'altalena, io e Joe facciamo a turno per spingerla, per attorcigliare le corde e farla girare, ma non troppo velocemente, non vogliamo farla star male. Il sole è alto nel cielo, i fiori emettono un profumo intenso, E' possibile sentire anche gli odori in un sogno? Sembra tutto così reale.
Amy ride, anche io e Joe ridiamo, siamo felici, spensierati. Quel tipo di felicità che mi manca da troppo tempo. Vorrei tanto la mia famiglia indietro, proprio com'era prima di sfasciarsi, ma so bene che è impossibile. 

Come sempre, all'improvviso il sogno cambia. Non sento più le risate. Mi volto a osservare il retro della casa. C'è qualcosa che richiama la mia attenzione.

Da "La linea sottile " di Denise Aronica

sabato 1 novembre 2014

In my mailbox #1

Buon pomeriggio, lettori! :)
E' da un po' che pensavo di introdurre una nuova rubrica, e alla fine ho deciso di optare per la famosa "In my maibox", ideata da Kristi del blog The Story Siren. Teoricamente la rubrica sarebbe a cadenza settimanale, ma per fortuna ultimamente mi sto contenendo (ahahah, come no!), ragion per cui credo che qui su Pagine Magiche sarà a cadenza mensile (e per il bene delle mie finanze spero che sia a cadenza casuale u_u).

In ogni caso, ecco qua i libri che sono entrati a far parte della mia libreria, cartacea e digitale, nel mese di Ottobre! :)

Cartacei:

"Raivo. Millennio di Fuoco" di Cecilia Randall
16,00 euro - Mondadori - 16/09/2014

Dopo tante battaglie e peripezie Seija, l'Eroina di Etten, è finalmente riuscita a fuggire dal castello di Raivo, l'umano convertito alla causa dei demoniaci vaivar, che tanta morte e distruzione ha seminato sul suo cammino. Eppure qualcosa in lei è cambiato per sempre. Conosce il motivo per cui Raivo ha voltato le spalle agli umani, accettando di trasformarsi nella creatura che guida gli eserciti dei demoni. Sa che lui, che il mondo adesso teme e chiama "il Traditore", è stato in realtà il primo a essere stato tradito, secoli prima, il giorno che degli umani invidiosi hanno ucciso la donna che amava. Quella donna a cui lei somiglia così tanto. Quella donna che lui sembra aver cercato da allora e che non potrà mai smettere di cercare. Per questo, adesso che ha perduto le tracce di Seija, è pronto a tutto per ritrovarla. Seija, nel frattempo, come un animale in gabbia, è tenuta lontana dai campi di battaglia, destinata a sposare il principe Lothar di Baviera e a ricompattare le fila degli umani. Ma forse le cose non sono come sembrano. Forse sia nell'alto consiglio degli umani che in quello dei vaivar, agli ordini della terribile regina Ananta, ci sono forze che cospirano per il proprio potere personale, indifferenti all'esito della guerra. Riusciranno Seija e Raivo a superare le infinite distanze che li separano, a ritrovarsi, nel corpo e nel cuore, mentre gli eserciti di uomini e demoni, le forze del bene e del male, si preparano allo scontro finale?

"Shadowhunters. Città di Vetro" di Cassandra Clare
10,50 euro - Mondadori - 13/05/2011

Clary era convinta di essere una ragazza come mille altre, e invece non solo è una Shadowhunter, una Cacciatrice di demoni, ma ha l'eccezionale potere di creare rune magiche. Per salvare la vita di sua madre, ridotta in fin di vita dalla magia nera di suo padre Valentine, Clary si trova costretta ad attraversare il portale magico che la porterà nella Città di Vetro, luogo d'origine ancestrale degli Shadowhunters, in cui entrare senza permesso è proibito. Come se non bastasse, scopre che Jace, suo fratello, non la vuole laggiù, e Simon, il suo migliore amico, è stato arrestato dal Conclave, che no si fida di un vampiro capace di sopportare la luce del sole. Con Valentine che chiama a raccolta tutti i suoi poteri per distruggerli, l'unica possibilità de Shadowhunters è stringere un patto con i nemici di sempre: i Figli della Notte i Nascosti e il Popolo Fatato. E mentre Jace si rende conto poco a poco di qua sia disposto a rischiare per Clary, lei deve imparare a controllare al più pre i suoi nuovi poteri. L'amore è un peccato mortale... forse, e i segreti del pa rischiano di essere fatali.

E-book:

"Sei gradi di separazione" di Federica Nalbone
0,99 euro - Autopubblicato - Ottobre 2014

Il peso di un segreto porta Arianne alla Mogove High School, una scuola privata che le permetterà di rimanere un anno lontano da casa e da qualsiasi persona lei abbia mai conosciuto. Al suo arrivo, però, scopre con grande sorpresa la presenza delle cugine Juls e Myranda, perse di vista ormai da anni dopo aver trascorso l'infanzia come sorelle. Le loro personalità differenti sembrano complementari, tanto da spingerle le une verso le altre, proprio come un tempo, e tanto da attirare le attenzioni di ulteriori persone intorno a loro. Su tutti, Richard Evans, che dimostra aperta e gratuita ostilità nei confronti di Arianne; eppure è sempre intorno a lei, forse a causa delle lezioni in comune, forse perché la osserva più di quanto desideri ammettere. Lei lo cerca sempre, ne è ossessionata e, fra timori e scontri, fra loro sboccia qualcosa di inaspettato che non può più essere negato. 
Una storia che parla di legami, desideri, amicizia, amore e fiducia, simbolicamente districata nel corso delle pagine attraverso la teoria dei sei gradi di separazione.

"Sconnessione" di Alessandro Fusco
1,49 euro - Autopubblicato - 2013

«Prima di interrompere il messaggio, mi rivolgo a te, che stai ascoltando o stai leggendo le mie parole, in qualunque oggi, o domani ti trovi. Puoi dirti certo che questa realtà sia la sola a cui sei stato destinato, o nella quale sei finito per caso, per un fattore di coincidenze, attimi, cromosomi? Se le tue azioni non possono avere alcuna conseguenza per te stesso dopo la morte, se non sugli altri, quale senso dai al tuo patrimonio ideologico, ai tuoi pensieri, alla tua identità? Venire dal nulla per spegnersi nel nulla, condannati a trasmettere una memoria genetica e intellettuale corruttibile, comunque diversa dall’originale. Considera se questo è accettabile. E se invece pensi che non abbia senso porsi delle domande, considera allora questo: se ti trovassi un giorno senza più alcun legame, senza affetti, né speranze – è una condizione plausibile, guardati attorno, per chi crede la vita solo biologica, senza valori o finalità – che senso avrebbe essere, se non essere ha le stesse conseguenze sia che tu sia solo un ammasso di cellule in decadimento, sia che tu possieda invece un riflesso di te stesso, un Avatar della tua coscienza, altrove?» 


Jackal Randall è un'ombra, un agente in incognito della Sicurezza Speciale, soggetto 1-17 del progetto Harlequin. Il suo campo d'azione è la sua città, il riflesso del suo mondo, della patria, sede di quelle istituzioni che ne reggono l'ordine. Il suo compito è prevenire il crimine e combatterlo. Il suo compito è ubbidire. Ma ciò che lo attende oltre la barriera che separa quel mondo dal Blocco X, una volta disubbidito, è un cammino a ritroso sul sentiero dei ricordi e della propria coscienza. 

"La discendente di Tiepole" di Alessandra Paoloni
3,00 euro - Butterfly Edizioni - 31/10/2014


 Un paese fantasma dimenticato dalle carte geografiche, circondato da montagne, abitato da una popolazione inospitale. E’ il ritratto di Tiepole, paese d’origine di Emma, ed è lì che la ragazza è costretta a tornare in occasione del funerale di suo nonno. Il suo soggiorno, però, si trasforma in incubo quando Emma legge la lettera che sua nonna aveva scritto per lei prima di morire e che il nonno non le aveva mai consegnato. Essa le svelerà un mondo di tenebra colmo di stregoneria e maledizioni, di faide tra famiglie e di lotte per il potere. Emma non sa ancora nulla, ma tutti i Tiepolesi sanno chi è lei, poiché la stavano aspettando. Lei è l’erede della Strega. Lei è la Discendente. Lei deve morire. 

Un’eroina indimenticabile in un romanzo in cui il bene e il male si confondono e niente, assolutamente niente, è davvero quello che sembra. 

"Dryadem" di Marie Albes
1,99 euro - Autopubblicato - 2013

Ayres den Adel è conosciuta a Wells per la sua misantropia e la sua ostilità, ma solo chi le è veramente vicino sa quanto sia sensibile. 
E così, fragile e insicura, la ragazza sopravvive allo scorrere dei giorni lavorando ogni istante, cercando in tal modo di soffocare il rimorso per la colpa che l'affligge da anni, una colpa che in realtà ha radici molto più lontane di quello che lei stessa possa immaginare. 

Finché un giorno, la comparsa di un misterioso tatuaggio sulla sua pelle e l'arrivo di James Armstrong - venuto appositamente dall'Alaska per chiederle aiuto - sconvolgono la sua vita passiva. 

La sua stessa percezione del mondo verrà capovolta dal susseguirsi degli eventi, che la rinchiuderanno in una morsa di sentimenti opposti: amore e odio, pace e vendetta. 
Una morsa che Ayres sarà costretta ad affrontare, per rinascere poi come una fenice dalle ceneri che provocherà.

"R.I.P. Requiescat in Pace" di Eilan Moon
2,68 euro - Autopubblicato - 2014

Dopo più di duecentocinquant’anni dall’Inquisizione e dalla segreta fondazione dell’Avatara, la terra maledetta che trasforma i morti in Succubi e Incubi non si placa più nemmeno con il Potere del Sangue dei Custodi. Forse l'Apocalisse è ai cancelli e i membri dell'Avatara hanno un piano per impedire al mondo intero il momento della Rivelazione, ma quel progetto prevede qualcosa di terribile. Kaspar Nowak e sua figlia Joanna, da tutti chiamata Asia, dovranno affrontare il ritorno del Male nel cimitero di Cracovia. Per Asia essere una Custode e possedere il Potere del Sangue è una battaglia continua contro una parvenza di vita normale, da mantenere a tutti i costi. Qualcosa non funziona più come dovrebbe e la vita dei Custodi, ma soprattutto quella di Asia, è in serio pericolo. Un modo per porre fine alla maledizione esiste, ma chi dovrebbe metterla in atto brucia dal desiderio di non farlo. Borislav Todorov, affascinante quanto pericoloso Venator dell’Avatara, correrà in soccorso della giovane Joanna, ma i suoi ordini celano segreti inconfessabili, e orrori che il cacciatore non vuole rivelare. L’odio e l’amore che provano l’uno per l’altra divamperà in fuoco e ghiaccio, perché tra loro non esistono mezze misure. Bor tenterà di combattere da solo contro il Male, in qualunque forma decida di svelarsi, purtroppo per lui, però, il Potere del Sangue non può essere ignorato. Per secoli i Custodi hanno protetto la razza umana dalle porte dell'Inferno ma forse, ora, è giunto il momento di spalancarle. 

"La linea sottile" di Denise Aronica
2,99 euro - Autopubblicato - 2014

Quando Beth torna dal college per l’estate nella piccola cittadina di Queen’s Creek, in Arizona, non sa che la sua vita sta cambiare. Senza rendersi conto di come o perché, si ritrova a passare attraverso uno specchio e finisce in un mondo apparentemente simile al suo, ma non del tutto identico. Nella realtà al di là dello specchio, infatti, la madre di Beth, morta suicida anni prima, è viva e vegeta e le appare davanti canticchiando mentre si appresta a fare il bucato. Anche suo fratello maggiore, Joe, scomparso da mesi, si aggira per casa in tutta tranquillità e la sua sorellina più piccola, Amy, da tempo ricoverata in una clinica psichiatrica, sembra stare alla grande. 
Beth scopre che qualsiasi specchio diventa una porta, sotto le dita di chi, come lei, possiede il Dono. E che attraverso quella porta si può avere accesso a infinite possibilità. Infiniti mondi alternativi. Assieme al suo amico immaginario, Peter, e alla sua migliore amica, Charlie, Beth scoprirà la verità sulla sua famiglia e verrà coinvolta in un qualcosa che si rivelerà essere più grande di lei. Qualcosa che potrebbe mandare in frantumi la sua vita. Riuscirà a vegliare su coloro che ama e, allo stesso tempo, a fare la cosa giusta prima che sia troppo tardi?

"Agatha - l'amore che non muore" di Violet Nightfall
1,49 euro - Autopubblicato -  30/06/2014

“Bruttina, con qualche chilo di troppo e l’imbarazzante convinzione che i vestiti larghi potessero aiutarmi nella mia lotta contro lo specchio. Alta – fin troppo – ben visibile tra centinaia di persone, un gigante in mezzo a un mondo di Puffi; occhiali spessi come fondi di bottiglia, acne adolescenziale nonostante l’età avanzata, risata imbarazzante, introversa e timorosa del prossimo.
In un’unica parola, Agatha.”

Agatha ha vent’anni ed è l’insicurezza fatta persona; si ritrova invischiata in un’esistenza che le scivola tra le dita senza che lei possa fermarla. Quando però Alessandro decide di entrare nella sua vita qualcosa in lei cambia e incomincia a sbocciare.
Ma ciò che sembra miracoloso non sempre lo è! Dove c’è luce esiste anche tenebra e pian piano i sogni di Agatha iniziano a tramutare in incubi.

Un amore in punta di piedi, un amore sul filo del rasoio, una danza delicata e travolgente al tempo stesso...

Romance o Thriller? Un confine sottile che si respira dalla prima all'ultima pagina!

"Lacrime d'argento" di Viviana Leo
1,11 euro - Autopubblicato - 2014

In una Lecce oscura e misteriosa, una giovane donna si aggira ogni notte per strada con un solo scopo: uccidere. 
Di giorno normale universitaria, di notte spietata cacciatrice, questa è Violet Lane. Aiutata da un cugino fuori dalle righe, una ragazzina ingenua alle prime armi e una sua vecchia conoscenza, proverà a stanare un gruppo di vampiri sanguinari, autori di traffici illeciti. Ma chi è davvero Violet? Perché odia così tanto i vampiri? E che ruolo ha l’affascinante ed enigmatico Damon, il vampiro che torna a tormentarla dal passato? 
Scordate i vampiri sdolcinati degli ultimi tempi, dimenticate le solite protagoniste fragili e svampite. Con coraggio e un pizzico di ironia, Violet riuscirà a condurvi nel suo mondo. 
Perché l’apparenza, spesso, inganna. 
Nel libro anche un piccolo assaggio del secondo volume, di prossima pubblicazione.