giovedì 16 luglio 2015

Recensione: "Il trono ombra" di Django Wexler

Buongiorno, lettori!
Come state? Io non ne posso più di questo caldo :-/ Oggi vi lascio alla mia recensione di un romanzo che mi è piaciuto molto: "Il trono ombra" di Django Wexler!
P.S.: approfitto di questo spazietto per informarvi che La figlia della vendetta è in promozione a 99 centesimi! ^_^


Titolo: Il trono ombra
Autore: Django Wexler
Editore: Fanucci
Prezzo: 20,00
Data di pubblicazione: 29/01/2015

Trama
Tutti possono ordire un colpo di stato o scagliare un proiettile mortale. Ma nel mondo dei moschetti e della magia, ci vuole ben altro per impadronirsi del trono. Il re di Vordan giace in fin di vita sul suo letto. Alla sua morte, la figlia Raesinia Orboan diventerà una regina... e una preda invitante per uomini ambiziosi. Il più pericoloso tra loro è il duca Orlanko, uno degli uomini più temuti del regno. Ma Raesinia è determinata a non cedere alle sue minacce. Suo alleato è il colonnello ed eroe di guerra Janus bet Vhalnich con i leali secondi, il capitano maggiore Marcus d'Ivoire e il luogotenente Winter Ihernglass, e sono determinati a impiegare tutte le loro facoltà, terrene o meno, in questa battaglia.

Recensione
Qualche settimana fa vi ho parlato de "I mille nomi" (QUI la recensione), primo volume della serie The Shadow Compaigns. Il romanzo mi era piaciuto molto, nonostante la prima parte fosse eccessivamente lenta; così ho deciso di leggere subito il seguito, pubblicato in Italia all'inizio dell'anno col titolo "Il trono ombra".

"Il trono ombra" riprende le vicende da dove le avevamo lasciate nel volume precedente. Dopo essere tornati a Vordan, Janus assegna a Marcus e Winter degli incarichi differenti, che li porteranno a scoprire diversi gruppi sovversivi che stanno nascendo in città. La corona è in pericolo a causa dello spietato Orlanko, conosciuto come L'Ultimo Duca, e i protagonisti si ritroveranno invischiati in una vera e propria rivoluzione.

Rispetto al volume precedente, "Il trono ombra" subisce una decisiva virata di tematiche: le guerre ispirate all'epoca napoleonica vengono infatti accantonate, a favore di una battaglia di classi molto simile a quella della rivoluzione francese. 
Ci sono, inoltre, dei nuovi personaggi che col loro POV vanno ad affiancare i vecchi protagonisti Marcus e Winter: oltre al subdolo duca Orlanko, conosceremo la travagliata e avventurosa storia della principessa Raesinia, futura regina del regno di Vordan. Devo dire di essermi veramente innamorata di questo personaggio, che mi è piaciuto addirittura più di Winter, che avevo adorato ne "I mille nomi".

Il romanzo, come il precedente, comincia in maniera molto lenta per poi far scoprire al lettore tutto il suo potenziale a partire dalla seconda metà. Devo dire che "Il trono ombra" mi è piaciuto anche più del volume precedente, e spero vivamente che la Fanucci porti in Italia anche "The price of Valour", terzo volume della serie.

Voto
★★★★☆

6 commenti:

  1. Questa serie mi era proprio sfuggita ma non sembra male ;)

    RispondiElimina
  2. Se ti è piaciuto più del primo allora lo devo leggere! Mi preparo tanto caffè per la prima parte! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah dai, che voglio sapere cosa ne pensi :D

      Elimina
  3. Mi sa che prima o poi darò una possibilità a questa serie :)

    RispondiElimina