mercoledì 30 settembre 2015

Www... Wednesday #45



Buongiorno, lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Proprio ieri sera ho iniziato a leggere "31 - L'accademia di Anjur" di Federica Petroni. Per ora ho letto solo poche pagine e non sarei in grado di dare un giudizio!

 What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)



Questa settimana ho letto "Ti odio con tutto il cuore" di Valeria Luzi e "Le ali della vita" di Vanessa Diffenbaugh. Il romanzo di Valeria Luzi purtroppo non mi è piaciuto, mentre quello della Diffenbaugh l'ho trovato piacevole, anche se mi aspettavo qualcosa di meglio.

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Anche questa settimana non so cosa rispondere! C'è però da dire che ho iniziato il romanzo di Federica Petroni solo ieri sera, per cui ho ancora qualche giorno per pensarci :)

martedì 29 settembre 2015

Teaser Tuesday #87

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perché spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.


Letty era da sola nella sua camera da letto vuota. Ci era voluto tutto il giorno, ma con l'aiuto di Sara era riuscita a liberare l'appartamento, abbandonando i mobili vecchi in una pila vicino ai cassonetti e riempendo la macchina dell'amica di borse e vestiti, giocattoli e libri. Sara se n'era andata con il primo carico, lasciando Alex e Luna a sorvegliare il secondo per proteggerlo dalla signora Starks, che li osservava dalla sua sedia da giardino. Lui aveva già dovuto salvare la sua trapunta dal «negozio» della vicina, quindi era in massima allerta. Letty osservava dalla finestra lo zelo del figlio e Luna che saltava da una scatola all'altra, mentre la signora Starks continuava ad alzarsi e sedersi. Alex teneva d'occhio entrambe, fingendo di giocare a Guerre Stellari con la sorella e brandendo un bastone di scopa come una spada laser ogni volta che la signora Starks si avvicinava troppo alle loro scatole.
Letty aveva detto ad Alex di dover fare un controllo finale, ma in realtà era rientrata in casa per l'ultimo saluto. A parte qualche notte passata da Sara o in cui era sgattaiolata fuori con Wes, aveva trascorso tutta la sua vita in quella cameretta, e ovunque c'erano le sue tracce: impronte delle dita punteggiavano la finestra e le pareti bianche, macchie lasciate da scarpe in ogni misura formavano un reticolo sulla moquette. Osservò dalla finestra la stessa vista che vedeva da bambina oltre le sbarre della culla. Lei non se ne ricordava, ma al padre piaceva raccontare la storia di quando era andato a prenderla dopo il sonnellino e l'aveva trovata in piedi che indicava gli aeroplani. «Uccelli rumorosi», aveva detto quando Enrique l'aveva presa un braccio, e per tutta la sua infanzia, ogni volta che un aereo passava rombando particolarmente forte, suo padre o sua madre alzavano lo sguardo da qualunque cosa stessero facendo e ripetevano il suo commento: «Uccelli rumorosi».

Da "Le ali della vita" di Vanessa Diffenbaugh

domenica 27 settembre 2015

Segnalazione: "Fatal Flash" di Alessandra di Lorenzo

Buongiorno, lettori! :)
Oggi vi presento "Fatal Flash", il romanzo di Alessandra di Lorenzo, edito da Lettere Animate.
Vi lascio alla scheda del libro!

TITOLO: Fatal Flash
AUTORE: Alessandra Di Lorenzo
EDITORE: Lettere Animate Editore
GENERE: Narrativa romantica ( Piccante- non erotica)
PREZZO: 2,49 €
PAGINE: 511
DATA DI PUBBLICAZIONE: 17-06-2015 
ISBN: 978-88-6882-499-0

Aaron Dallas ha ventotto anni e si è lasciato alle spalle un passato segnato da ombre e rimpianti. 
A sedici anni ha deciso di eliminare per sempre suo padre, un uomo alcolizzato e violento che ha abusato di sua sorella Lucy. Successivamente causa per errore una sparatoria nella quale il suo mentore, suo fratello Dylan, resta in coma vegetativo. 
Ora Aaron studia per l’abilitazione da avvocato e si mantiene lavorando in un pub o disputando incontri di boxe clandestini. È da sempre attratto da Kim Kerr sua amica di infanzia, modella e fotografa trentenne. 
Una notte di novembre ella viene stordita e violentata dopo aver salutato Aaron all’uscita dal pub dove egli lavora. Kim si sveglia la mattina seguente in camera sua, senza poter ricordare dell’aggressione. 
Nonostante i segni sul suo corpo si facciano sempre più evidenti, fatica ad accettare l’amara conclusione che possa trattarsi di un’aggressione. Disperata si avvicina ad Aaron e l’attrazione reciproca porta i due ad abbandonarsi ad una travolgente relazione.

Continuo a ripetermi che le sto giocando alle spalle. Ma avanzerò con il mio piano, questa volta non anteporrò niente ai miei interessi. E anche se dopo un anno tornerò io a colpire, credo che comunque sentirò male abbastanza per entrambi.


Mi chiamo Alessandra Di Lorenzo e ho 25 anni. Sono nata a Venafro in provincia di Isernia e vivo divisa fra quest’ultima città e Pescara, dove studio per conseguire la laurea in architettura.
Amo da sempre disegnare e dipingere, ho frequentato infatti il Liceo Artistico.
Svolgo lavori come graphic designer e modellista presso alcune imprese e associazioni. 
Da poco ho pubblicato Fatal Flash con Lettere Animate.





venerdì 25 settembre 2015

Recensione: "Half Bad" di Sally Green

Titolo: Half Bad
Autore: Sally Green
Editore: Rizzoli
Prezzo: 15,00
Data di pubblicazione: 19/03/2014

In una Londra contemporanea e alternativa dove la magia esiste, Incanti bianchi e neri combattono una guerra millenaria e spietata. Appartenere a un fronte definisce il proprio ruolo nel mondo, decreta i nemici, garantisce compagni e alleati. Nathan vive in una zona grigia: figlio di un'Incanto Bianca e dell'oscuro più crudele mai esistito, spaccato a metà, vessato dalla sorellastra con cui è cresciuto, controllato dal Concilio che non si fida di lui, in perenne bilico tra le due facce della sua anima. Nathan in realtà è soltanto molto solo, e spaventato: intrappolato in una gabbia, ferito e in catene, deve fuggire prima del suo sedicesimo compleanno, o morirà. E anche se non vuoi lasciarti andare, è difficile rimanere aggrappati alla metà bianca quando non ti puoi fidare della tua famiglia, e forse nemmeno della ragazza di cui ti sei innamorato.

Ammetto di aver desiderato questo libro per un sacco di tempo anche perché, quando è uscito, lo vedevo praticamente da tutte le parti. In più, in quasi tutti i blog che seguo, non ho fatto altro che leggere recensioni positive per mesi e mesi. Alla fine, approfittando di un'offerta, un paio di mesi fa ho comprato l'ebook.

Protagonista del romanzo è Nathan, un ragazzino nato da una famiglia di maghi che però ha la particolarità di avere come padre il più grande e pericoloso Incanto Nero mai esistito. Infatti, nel mondo di Nathan, i maghi si dividono in due fazioni differenti: quella degli Incanti Bianchi e quella degli Incanti Neri. Mentri gli Incanti Bianchi vengono comunemente considerati i "buoni" e occupano i più alti incarichi nelle istituzioni, i Neri sono i malvagi e i reietti, perennemente costretti a scappare e a nascondersi. Nathan, essendo il figlio di un Incanto Nero, viene spesso discriminato, e finirà per rischiare la vita in più di un'occasione, nel tentativo di trovare la sua strada e di essere libero, sia dal giogo degli Incanti Bianchi, sia dall'etichetta di Incanto Nero.

La trama del romanzo, nonostante non sia originalissima (l'idea dei maghi buoni contrapposti a quelli cattivi la vediamo usata nella famosissima saga di "Harry Potter", ad esempio), era comunque molto carina. L'idea di base mi è piaciuta e anche lo sviluppo è interessante. Nonostante ciò, ammetto che purtroppo il romanzo non mi ha convinta per niente: a causa di uno stile che ho trovato banale e acerbo, ho finito per odiare questa lettura tanto che, per più di una volta, sono stata sul punto di abbandonarla. 
La cosa che mi è piaciuta di meno è la quasi totale assenza di dialoghi: è tutto raccontato attraverso il punto di vista di Nathan, e i vari personaggi sembrano sparire all'interno della sua narrazione. Non sono riuscita così a figurarmi nessun personaggio, né fisicamente né caratterialmente, e questo ha purtroppo reso la lettura davvero pesante.

Nonostante la trama sia interessante, non credo che leggerò il seguito, perché lo stile dell'autrice non mi è piaciuto.

★★☆☆☆

mercoledì 23 settembre 2015

Segnalazione: "Serendipità. Quando l'amore giunge inspettato" di Laura Caterina Benedetti

Buongiorno, lettori! :)
Oggi vi presento "Serendipità. Quando l'amore giunge inaspettato", una raccolta di racconti di genere rosa e autoconclusivi dell'autrice Laura Caterina Benedetti.
Vi lascio alla scheda del libro!

Titolo: Serendipità. Quando l'amore giunge inaspettato
Autore: Laura Caterina Benedetti
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 1,30 Euro
Data di pubblicazione: 15 Settembre 2015
Pagine: 111

Questa raccolta in rosa contiene sette racconti per le anime romantiche e sognatrici, per chi ama trascorrere qualche ora in compagnia di delicate storie d'amore.
~•~•~•~•~•~•~•~•

A volte l'amore può essere cercato, altre volte arriva semplicemente così, quando meno lo si aspetta...

In una cornice tutta piemontese (con una parentesi veneziana), da episodi quotidiani allegri o malinconici scaturiscono incontri destinati a cambiare la vita dei protagonisti.

'serendipità': sostantivo femminile [dall'inglese 'serendipity', coniato da Horace Walpole nel 1794], letter. - La capacità o la fortuna di fare per caso inattese e felici scoperte

Tutto si confondeva e si dissolveva come il cielo opaco, e quest'impressione di oblio non lo turbava, anzi gli dava un senso di pace. Pensava a lei e gli sembrava che, al contrario delle altre, fosse ricolma di ogni qualità esteriore ed interiore e priva d'ogni difetto: era illogico, e tuttavia il sentimento che, ancor privo di nome, gli cresceva in cuore, non aveva bisogno di logica per essere spiegato.
Alzò la testa: in alcuni punti erano comparsi lembi d'azzurro e la luce, seppur pallida, illuminava bizzarramente il paese sottostante. D'un tratto, da qualche nuvola ancora compatta, ricominciò a venir giù una pioggerella capricciosa.
Lui non aprì più l'ombrello: «Piove con il sole» disse soltanto, e sorrise di fronte a quell'avvenimento non tanto usuale. «Bisogna che io la riveda» aggiunse poi con maggior gravità, e s'incamminò a ritroso verso l'albergo.


Non amo molto parlare di me, perciò dirò solo che sono piemontese e che ho due passioni predominanti: leggere e, naturalmente, scrivere. Ho iniziato a 14 anni quando mi hanno regalato il computer e non mi sono più fermata - si vede che il richiamo della tastiera è stato più forte di quello di carta e penna! A ottobre del 2012 ho iniziato l'esperienza del self-publishing, e gli ebook sono disponibili su Amazon, Kobo e Google Play/Google Books;  i miei lavori spaziano in generi diversi, ossia ciò che mi è venuto da scrivere in quel preciso momento. Rosa non erotici di gradazione più umoristica o più melodrammatica, chick lit, storie in costume... io mi sono lanciata in tante direzioni e saranno le lettrici e i lettori a giudicare! A gennaio 2014 è uscito, con la Genesis Publishing, il noir "Katriona", la mia prima pubblicazione con una casa editrice. Dalla fine del 2013 collaboro con la rivista online "Eclettica", una sorta di blog in pdf che, a scadenza irregolare, esce con vari articoli legati al mondo della letteratura, dell'arte, del cinema, etc: io curo la rubrica "Libri Vintage".

- Pagine dell'autrice:

- Link acquisto

Www... Wednesday #44


Buongiorno, lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Sto leggendo "Ti odio con tutto il cuore" di Valeria Luzi. Non è che mi aspettassi chissà quale capolavoro, però proprio non mi sta piacendo >_<

 What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)


Ho terminato la lettura de "L'assassino di corte" di Robin Hobb, e devo dire che l'ho trovato veramente bello. Non vedo l'ora di iniziare il seguito *_*

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Anche questa volta non ne sono sicura! E voi, cosa leggerete? :)


martedì 22 settembre 2015

Teaser Tuesday #86

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perché spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.



Rimango a bocca aperta di fronte alla sua confessione. Insomma, so che non è uno dei periodi migliori per il ristorante, però non avrei mai creduto fino a questo punto.
Da Totò è uno dei locali storici di New York.
Aperto durante i mitici anni Settanta, è stato sulla breccia dell'onda per almeno due decenni, ospitando tutti i personaggi più in vista della cultura, del cinema, dello sport o semplicemente della scena mondana. Le pareti sono tappezzate dalle loro foto autografate con dedica a Totò. Da Sophia Loren a Marlon Brando, passando per Woody Allen e Barbra Streisand.
Mio padre ci sapeva davvero fare con i clienti, il cibo era ottimo, cento per cento italiano DOC, il telefono squillava in continuazione per prenotazioni a ogni ora del giorno e della notte. D'altra parte, siamo nella città che non dorme mai e credo che nemmeno Totò dormisse molto negli anni d'oro, tant'è che si era fatto allestire una stanza da letto sul retro, per riposare nei pochi momenti di pausa. Questa almeno era la scusa che aveva rifilato a mia madre, santa donna impegnata a crescere quattro figlie e i primi nipotini.
La verità era che mio padre era un Don Giovanni, latin lover, sciupafemmine di prima categoria, e di belle femmine da sciupare, sulle poltroncine di pelle del ristorante, se ne erano sedute davvero tante.

Da "Ti odio con tutto il cuore" di Valeria Luzi

lunedì 21 settembre 2015

Segnalazione: "La torre dei gigante" di Gianluca Malato

Buongiorno, lettori! :)
Inizio la settimana segnalandovi "La torre dei gigante" di Gianluca Malato, romanzo inizialmente pubblicato a puntate e che ora è disponibile su Amazon e sugli altri store online, sia in formato cartaceo che in ebook! :)
Vi lascio alla scheda del libro!

Titolo: La torre del gigante
Autore: Gianluca Malato
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 0,00 (ebook); 8,00 (cartaceo)
Anno di pubblicazione: 2015


Lo stregone Attichus ha imprigionato re Keradas per costringerlo a rivelare i segretidelle più antiche magie elfiche. Il re sa bene che il cuore del mago è malvagio econtinua a rifiutare, sebbene Attichus abbia devastato il suo regno e disperso il suopopolo. Dove un tempo vivevano gli elfi, adesso gozzovigliano gli orchi. L'altissimoe splendido palazzo reale si è trasformato nella dimora di un feroce gigante chesorveglia costantemente le rovine dell'antico regno grazie a una magica pietra. Il re,intrappolato nella sua prigione da un incantesimo, osserva impotente la rovina dellasua terra. Ha un solo modo per liberarsi: rubare l'Occhio del Gigante, la preziosagemma che può aprire la cella nella quale egli è imprigionato. Solo un ladro esperto eastuto può sottrarre questa pietra dalla fronte del gigante e permettere così a Keradas
di sconfiggere Attichus, riscattare il regno e ridare una casa al suo popolo. Riusciràl'abile fuorilegge Korgath a infiltrarsi nella torre del gigante e a rubargli la gemma?Tra caverne buie e pericolose dove ogni ombra nasconde un pericolo, un esercito diorchi famelici e varie creature magiche sul suo cammino, Korgath dovrà superarediversi ostacoli per cambiare le sorti del re elfico e del suo popolo.


Gianluca Malato è nato a Erice nel 1986. Scrive per diletto sin dall'età di 16 anni,pubblicando   romanzi   brevi   e   racconti   di   genere   fantastico   in   vari   siti   Internetspecializzati.Dal 2008 collabora come redattore con il giornale online Fantascienza.com, per ilquale scrive notizie sul mondo del cinema e articoli di divulgazione scientifica,inoltre ha collaborato con il portale Silenzio-In-Sala.com, con la rivista FantasyMagazine e con il blog Ossblog.it.Trasferitosi a Roma, si laurea in Fisica Teorica con indirizzo Meccanica Statisticadei Sistemi Complessi presso l'Università "La Sapienza", trovando successivamentelavoro nel settore informatico.Nel 2014 pubblica con la formula del self-publishing una seconda edizione del suoprimo romanzo Il Golem. Nello stesso anno la rivista Fantasy Magazine pubblica ilsuo racconto di genere sword and sorcery  Razziatori di tombe, ambientato nellostesso contesto fantasy del romanzo Il cuore di Quetzal, sempre del 2014 ed edito daNativi Digitali Edizioni. Nel 2015 pubblica il racconto sword and sorcery La Maschera d'Oro, breve spin-off de Il cuore di Quetzal. Il racconto rimane posizionato per due mesi consecutivinella classifica dei 100 e-book gratuiti più scaricati da Amazon. Nello stesso annopubblica a puntate il romanzo fantasy La Torre del Gigante.

Indirizzo e-mail: gianluca@gianlucamalato.it


mercoledì 16 settembre 2015

Www... Wednesday #43



Buongiorno, lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Sto leggendo "L'assassino di corte" di Robin Hobb, secondo volume della trilogia dei Lungavista. Mi sta piacendo molto!

 What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)


Ho finito di leggere giusto qualche giorno fa "Violet" di Jessica Brody. L'ho trovato carino, ma sinceramente mi aspettavo molto di più.

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Ancora non lo so, ma credo che avrò parecchio tempo per decidere: "L'assassino di corte" è molto lungo, e ho ancora qualche giorno di tempo per terminarlo e iniziare a pensare al libro successivo!

martedì 15 settembre 2015

Teaser Tuesday #85

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perché spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.


Di notte correvo come un lupo.
La prima volta pensai che fosse un sogno particolarmente vivido. La grande distesa di neve bianca con le ombre degli alberi come strisce di inchiostro, gli odori elusivi sul vento freddo, il ridicolo divertimento di saltare e scavare inseguendo i toporagni che si avventuravano fuori dalle loro tane invernali. Mi svegliai con la mente limpida e di buonumore. 
Ma la notte successiva sognai con la stessa nitidezza. Mi svegliai sapendo che, quando schermavo i miei sogni riguardanti Molly da Veritas e quindi da me stesso, mi lasciavo completamente aperto ai pensieri notturni del lupo. Quello era un interno regno dove né Veritas né alcuna persona dotata di Arte poteva seguirmi. Era un mondo privo di intrighi o complotti di corte, di preoccupazioni e piani. Il mio lupo viveva nel presente. La sua mente era libera dall'ingombro dei dettagli di ogni ricordo. Di giorno in giorno, portava con sé solo quello che gli serviva alla sopravvivenza. Non ricordava quanti toporagni avesse ucciso due notti prima, ma soltanto cose più importanti, come le piste di selvaggina che offrivano il maggior numero di conigli da inseguire, o il punto in cui il torrente correva abbastanza veloce da non gelare mai.

Da "L'assassino di corte" di Robin Hobb

venerdì 11 settembre 2015

Recensione: "Blestemat" di Federico Russo

Titolo: Blestemat
Autore: Federico Russo
Editore: Antonio Tombolini Editore (Vaporteppa)
Prezzo: 3,99
Data di pubblicazione: 22/08/2015
Pagine: 152

Trama
Alessandro vive a casa coi genitori, non ha un lavoro e la sua ragazza gli fa le corna.
La sola prospettiva nella sua vita è di laurearsi fuori corso in Filosofia e finire a fare il cassiere al supermercato.
Ma potrebbe andare peggio: quando insieme a un amico incontra in un casolare abbandonato due belle rumene conosciute su Facebook, la sua vita di merda ha una svolta inaspettata.

In fuga nelle campagne pugliesi, tra ulivi e masserie, Alessandro affronta streghe in grado di portare sfiga con la sola forza di volontà e finisce nel mezzo del mondo nascosto del sovrannaturale slavo. Armato del proprio umorismo nero per sdrammatizzare i disastri e con l’aiuto di un giovane macellaio rumeno dall’italiano non proprio impeccabile, Alessandro dovrà aprirsi la strada verso la salvezza a colpi di ferro da cantiere appuntito e bottiglia rotta.

Recensione
È già da un po' di tempo che seguo Vaporteppa, la collana fantasy di Antonio Tombolini Editore, e sono sempre rimasta colpita dalla qualità e dall'originalità delle sue opere. I romanzi e i racconti di questa casa editrice che avevo letto  in passato richiamano la cultura steampunk, per cui sono rimasta colpita sin da subito da "Blestemat", sia perché si discosta davvero tanto da quel filone, sia perché si discosta davvero tanto da... be', si discosta davvero tanto da qualsiasi altra cosa io abbia mai letto.

Il protagonista di questo romanzo è Alessandro, un nerd sfigato, studente fuori corso e fidanzato cornuto. Alessandro, dopo aver scoperto che Giulia lo tradisce, decide insieme al suo amico Marco di andare a incontrare nel cuore della notte due ragazze rumene conosciute su Facebook, pensando che siano due prostitute. La realtà, purtroppo, è ben diversa: Alessandro e Marco vengono aggrediti e, mentre Marco viene quasi mangiato vivo, Alessandro riesce a fuggire. Da qui in poi comincia la vera e propria avventura del protagonista: un'avventura adrenalinica, in cui si susseguono personaggi che incarnano in tutto e per tutto lo stereotipo del "rumeno" e del "terrone". Il tutto, unito all'umorismo nero del protagonista e alla narrazione veloce e priva di punti morti, rende "Blestemat" un piccolo gioiello, unico nel suo genere.

Vi consiglio di leggerlo proprio per la sua originalità, senza parlare della tecnica e della fantasia dell'autore. Spero di leggere presto altri romanzi di Federico Russo, perché "Blestemat" mi ha davvero stupita!

Voto
★★★★☆ e ½

mercoledì 9 settembre 2015

Www... Wednesday #42

Buongiorno, lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Sto leggendo "Violet" di Jessica Brody. Lo trovo carino, anche se sento tanto la mancanza delle virgole e la storia mi sembra un po' troppo simile a quella del telefilm Dark Angel.

 What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)



In questi giorni ho letto "Blestemat" di Federico Russo (a breve la recensione) e "Silver. La porta di Liv" di Kerstin Gier. Mi sono piaciuti molto entrambi. ^-^

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Per il momento ancora non lo so; staremo a vedere!

martedì 8 settembre 2015

Teaser Tuesday #84

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perché spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.



L'acqua è fredda e inesorabile mentre mi lambisce la guancia. Mentre mi sveglia battendo contro di me. Mentre mi riempie la bocca del sapore salato della solitudine. 
Tossisco violentemente e apro gli occhi osservando il mondo intorno a me.  
Vedendolo per la prima volta. Non è un mondo che riconosco. Contemplo chilometri e chilometri di oceano blu scuro. Punteggiato di grossi oggetti galleggianti. Di metallo. Come quello su cui sono stesa. 
E poi ci sono i cadaveri.
Ne conto venti vicino a me. Due alla mia portata. Anche se non oso provare ad allungare una mano. 
I loro volti esanimi sono raggelati in una smorfia di terrore. I loro occhi sono vuoti. Fissi nel nulla. 
Mi premo un palmo contro la tempia pulsante. Sembra che la mia testa sia fatta di pietra. Tutto è monotono e pesante e filtrato attraverso una lente sudicia. Chiudo gli occhi.

Da "Violet" di Jessica Brody 

domenica 6 settembre 2015

Segnalazione: "Pezzi mancanti di te" di Teresa di Gaetano

Buongiorno! :)
Oggi vi presento "Pezzi mancanti di te" di Teresa di Gaetano, un'autrice di cui vi ho già parlato diverse volte in passato. Il suo nuovo romanzo, in uscita questo mese, è il seguito di "Rimani qui con me".
Vi lascio alla scheda e alla trama del libro :)

Titolo: Pezzi mancanti di te
Autore: Teresa di Gaetano
Editore: Self-publishing
Prezzo: da definire
Formato: cartaceo
Data di pubblicazione: Settembre 2015
Pagine: 280

Trama
Sono trascorsi cinque anni e miss Emma Wellinton, tenendo fede alla scommessa della radura, è diventata a tutti gli effetti Mrs Thorton. Vive a Laenerin con Gilbert. Ma mentre lui la riempie di cure e di attenzioni, lei continua a non ricambiare i suoi sentimenti. E diventa schiva, glaciale e rabbiosa con tutti. Ad aggravare poi la loro vita matrimoniale, la totale assenza di figli. Un giorno le viene a fare visita la nipote acquisita, Susan, che nel frattempo ha sposato uno dei nipoti di Miss Arden, Christopher, nuovo medico della città. Ma qualcuno si insinua nella vita di Susan: il giovane e avvenente Mister Julius Anderson che inizia a corteggiarla. Susan rifiuta questo amore, ritenendolo impossibile data la sua condizione di donna sposata. E così cerca di allontanarlo con tutte le sue forze. Ma il tempo purtroppo darà ragione al giovane sensale e dopo altri cinque lunghi anni i due si rincontrano di nuovo per caso a Derseland. Mentre Julius la respinge per ripicca e non perché non la desideri più, Susan si sente all’improvviso molto attratta dall’uomo.
In uno scenario tra crinoline, merletti e luci di candela, dove disperazione e pentimento si innestano in una storia d’amore di vendetta e di passione, il secondo capitolo della saga romance sui Conti di Barrow, che i lettori più romantici non potranno assolutamente perdersi.

sabato 5 settembre 2015

Recensione: "Haibane" di Francesca Angelinelli

Titolo: Haibane
Autore: Francesca Angelinelli
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 2,99
Data di pubblicazione: 09/04/2015

Trama
Sainan, signora di Haibane, deve difendere i suoi possedimenti dalle mire dell'arrogante Shigemori Furi, signore del feudo confinante. Per farlo è disposta anche a vendere l'armatura di suo padre e a implorare l'Imperatore.
Tuttavia, quando Shigemori la fa rapire e portare nel proprio castello, sembra che non ci sia altra alternativa che gettarsi sulla propria spada per difendere l'onore. Eppure, tra quelle mura ostili, troverà l'aiuto inaspettato di Itachi Furi, figlio adottivo di Shigemori.
Cosa nasconde la memoria compromessa del giovane guerriero? Itachi, infatti, non ha i modi odiosi del padre e sarà disposto a rinunciare a ogni cosa pur di salvarla.
Tra amore e avventura, un altro avvincente viaggio nel magico impero dello Si-hai-pai, avvolti da demoni furiosi, misteriose sacerdotesse e oscure maledizioni.

Recensione
"Haibane" è il primo romanzo che leggo di Francesca Angelinelli, un'autrice che ha all'attivo un discreto numero di romanzi e racconti, molti dei quali di ambientazione orientale.

Haibane è il feudo ereditato da Sainan, una giovane donna guerriera che, molti anni prima, è stata adottata dal nobile Hiko, il signore che governava la zona. Sainan, la nostra protagonista, si ritrova da sola a dover mandare avanti il feudo, perennemente minacciato da Shigemori Furi, il signore del feudo confinante. Sainan non ha abbastanza soldati per poterlo affrontare, e non riesce più a pagare i mercenari assoldati per difendere i confini. In più, i lavori per la diga che permetterebbe al suo popolo di avere una certa stabilità vengono perennemente rallentati dalle incursioni dei guerrieri di Furi. Sainan, decisa a fare qualcosa per la sua gente, viene però rapita e portata al castello di Shigemori. Lì incontra Itachi, il giovane figlio adottivo del nobile Shigemori, che la aiuterà a scappare.

La storia raccontata in Haibane, dopo un inizio che secondo me è un pochino lento, ha saputo conquistarmi. Mi sono piaciute molto le ambientazioni ispirate all'oriente, così inusuali in un fantasy, che Francesca Angelinelli è riuscita a riportare con grande cura. Proprio nelle descrizioni così dettagliate si capisce la passione che l'autrice ha per certi luoghi, passione che nel corso della lettura è riuscita a trasmettermi. Anche i protagonisti mi sono piaciuti: Itachi è misterioso, gentile e, soprattutto, tormentato da un passato che non riesce a ricordare. Sainan, nonostante sia una guerriera valorosa e una feudataria coraggiosa e disposta a tutto per difendere la sua gente, nasconde anche un lato fragile che la rende più umana.

La storia è ricca di azione e avventura, i protagonisti spesso rischiano la vita contro i soldati dei Furi o contro pericolosi e inquietanti demoni, e il ritmo della narrazione è serrato e non annoia. In particolare mi è piaciuta molto la parte finale, e la sorte di uno dei personaggi è riuscita addirittura a commuovermi, cosa che non mi capita spesso.

In generale, direi che "Haibane" mi è piaciuto molto, e non vedo l'ora di leggere altre opere di questa promettente autrice.

Voto
★★★★☆

mercoledì 2 settembre 2015

Www... Wednesday #41

Buongiorno, lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Sto leggendo "Il sentiero dei profumi" di Cristina Caboni, Lo trovo carino e penso che le parti un po' più tecniche sulla composizione dei profumi siano molto interessanti, ma c'è qualcosa che non mi convince del tutto. I dialoghi, in particolare, in alcuni punti mi sembrano molto artefatti.

 What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)


Da qualche giorno ho terminato "Haibane" di Francesca Angelinelli, e l'ho trovato molto carino! A breve arriverà le recensione ;)

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)


Di sicuro leggerò "Bletemat" di Federico Russo, che mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice e che non vedo l'ora di cominciare!


martedì 1 settembre 2015

Teaser Tuesday #83

Buon martedì, lettori! :)
Oggi è giorno di "Teaser Tuesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading.  
Di cosa si tratta?  Bisogna aprire una pagina a caso del libro che si sta leggendo e trascrivere un breve brano. Trovo che la rubrica sia molto simpatica, soprattutto perché spesso permette di farsi un'idea di un particolare libro o del modo di scrivere dell'autore.


Era abbastanza soddisfatta. Monique annusò nuovamente la mouillette, chiuse bene il cilindro graduato e agitò il mélange in modo che l'alcol cominciasse a diluire le molecole che componevano le essenze, poi lo ripose nel suo contenitore, affinché rimanesse al buio. Controllò un'ultima volta che la formula inserita nel programma corrispondesse ai suoi appunti, gettò via i filtri di carta, si stiracchiò e uscì dal laboratorio.
Ci sarebbero voluti altri venti giorni prima di percepire con una certa precisione in tutte le sue sfumature il profumo che aveva appena creato. Un mese di maturazione, come era solita dire Lcìucia Rossini. Ma, sebbene Monique non avesse seguito fino in fondo la procedura che le aveva insegnato la nonna di Elena, la struttura del profumo era comunque chiara, il risultato finale era prevedibile e corretto. Sì, la giornata era stata produttiva. Trascorsi i venti giorni avrebbe aggiunto l'acqua, filtarto nuovamente il composto, stabilito la gradazione precisa dell'eau de parfum. Ma quello lo avrebbe deciso con Le Notre.