venerdì 11 settembre 2015

Recensione: "Blestemat" di Federico Russo

Titolo: Blestemat
Autore: Federico Russo
Editore: Antonio Tombolini Editore (Vaporteppa)
Prezzo: 3,99
Data di pubblicazione: 22/08/2015
Pagine: 152

Trama
Alessandro vive a casa coi genitori, non ha un lavoro e la sua ragazza gli fa le corna.
La sola prospettiva nella sua vita è di laurearsi fuori corso in Filosofia e finire a fare il cassiere al supermercato.
Ma potrebbe andare peggio: quando insieme a un amico incontra in un casolare abbandonato due belle rumene conosciute su Facebook, la sua vita di merda ha una svolta inaspettata.

In fuga nelle campagne pugliesi, tra ulivi e masserie, Alessandro affronta streghe in grado di portare sfiga con la sola forza di volontà e finisce nel mezzo del mondo nascosto del sovrannaturale slavo. Armato del proprio umorismo nero per sdrammatizzare i disastri e con l’aiuto di un giovane macellaio rumeno dall’italiano non proprio impeccabile, Alessandro dovrà aprirsi la strada verso la salvezza a colpi di ferro da cantiere appuntito e bottiglia rotta.

Recensione
È già da un po' di tempo che seguo Vaporteppa, la collana fantasy di Antonio Tombolini Editore, e sono sempre rimasta colpita dalla qualità e dall'originalità delle sue opere. I romanzi e i racconti di questa casa editrice che avevo letto  in passato richiamano la cultura steampunk, per cui sono rimasta colpita sin da subito da "Blestemat", sia perché si discosta davvero tanto da quel filone, sia perché si discosta davvero tanto da... be', si discosta davvero tanto da qualsiasi altra cosa io abbia mai letto.

Il protagonista di questo romanzo è Alessandro, un nerd sfigato, studente fuori corso e fidanzato cornuto. Alessandro, dopo aver scoperto che Giulia lo tradisce, decide insieme al suo amico Marco di andare a incontrare nel cuore della notte due ragazze rumene conosciute su Facebook, pensando che siano due prostitute. La realtà, purtroppo, è ben diversa: Alessandro e Marco vengono aggrediti e, mentre Marco viene quasi mangiato vivo, Alessandro riesce a fuggire. Da qui in poi comincia la vera e propria avventura del protagonista: un'avventura adrenalinica, in cui si susseguono personaggi che incarnano in tutto e per tutto lo stereotipo del "rumeno" e del "terrone". Il tutto, unito all'umorismo nero del protagonista e alla narrazione veloce e priva di punti morti, rende "Blestemat" un piccolo gioiello, unico nel suo genere.

Vi consiglio di leggerlo proprio per la sua originalità, senza parlare della tecnica e della fantasia dell'autore. Spero di leggere presto altri romanzi di Federico Russo, perché "Blestemat" mi ha davvero stupita!

Voto
★★★★☆ e ½

13 commenti:

  1. Non lo so, la trama non mi attira per niente. Sono contenta che ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La trama è molto particolare, ma prova comunque a dargli una possibilità ^-^

      Elimina
  2. Non so se lo leggerò, comunque mi incuriosisce parecchio! ^^

    RispondiElimina
  3. Lo sto leggendo anche io in questi giorni, mi sta piacendo molto!

    RispondiElimina
  4. Sono contenta di non essere la sola a seguire Vaporteppa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I seguaci di Vaporteppa devono aumentare u_u

      Elimina
  5. Non sono sicurissima che sia il mio genere... anche se la trama sembra originalissima, oltre che molto "pulp", non lo posso proprio negare! ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a dargli una possibilità, Sophie! Penso che potrebbe piacerti :)

      Elimina
  6. Grazie per la recensione e grazie a tutte per l'interesse: spero che diate una chance a "Blestemat" e che vi piaccia! ^^

    Tra qualche mese porteremo un nuovo romanzo fantasy della bravissima Giulia Besa ambientato in una scuola di magia...

    ... e verso fine ottobre porteremo qualcosa di ancora più strano di "Blestemat": una storia di obesi, rapimenti alieni e cinesi che parlano strano (ospite speciale: Arnold Schwarzenegger, 'amico invisibile' del protagonista), scritta da un nuovo autore addestrato e seguito nei mesi scorsi da Vaporteppa.

    Trovare, formare (gratis) e rendere produttivi nuovi autori/autrici è la priorità di Vaporteppa. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Marco!
      Che bella notizia, non vedo l'ora di leggere il nuovo lavoro di Giulia Besa, allora! "La gatta degli Haiku" mi era piaciuto molto!
      E la storia di obesi, rapimenti alieni e cinesi sarà mia non appena uscirà xD

      Elimina
  7. "Si discosta davveo tanto da qualsiasi altra cosa..."
    xD GIUSTO!

    RispondiElimina