venerdì 21 ottobre 2016

Recensione: "Muirwood - I Miserabili" di Jeff Wheeler

Titolo: Muirwood - I Miserabili
Autore: Jeff Wheeler
Editore: Fanucci
Prezzo: 14,90
Data di pubblicazione: 23/06/2016

Nella magica terra di Muirwood, Lia è cresciuta conoscendo servitù e sottomissione. È una miserabile, una reietta cui non è dovuto alcun rispetto e alla quale è precluso ogni segreto custodito tra le antiche mura dell’Abbazia che la ospita. Ma Lia sa che, prima o poi, la sua occasione di riscatto arriverà e che i suoi giorni da serva nelle cucine dell’Aldermaston sono destinati a finire. Quando un armigero di nome Colvin viene trovato sanguinante davanti alla porta delle cucine, Lia sente che è proprio lui la persona con cui provare a cambiare la propria sorte. Sulle tracce del ragazzo ci sono i sicari del perfido sceriffo Almaguer, fedele servitore del re e acerrimo nemico di coloro che, come Colvin, si sono ribellati alla sua malvagia autorità. In una terra sconvolta dalla guerra, Lia intraprende un viaggio pericoloso ma allo stesso tempo rivelatore, alla scoperta di antichi segreti e arti magiche, che la porterà a scoprire in sé stessa doti che neanche immaginava possedere e che invece potrebbero segnare le sorti della sua meravigliosa avventura.

Un romanzo avvincente, straordinario, il primo capitolo di una storia magica e meravigliosa, con un’eroina destinata a entrare nei cuori di ogni lettore.

"Muirwood - I Miserabili" è il primo volume della serie "Legends of Muirwood" di Jeff Wheeler.

Lia è una miserabile che vive all'interno dell'Abbazia di Muirwood da quando, appena in fasce, è stata abbandonata dai genitori. Insieme alla cuoca Pasqua e all'amica Sowe si occupa della cucina dell'Aldermaston dell'Abbazia.
A causa della sua condizione di Miserabile, Lia sa che non potrà mai imparare a leggere, a scrivere o a usare la magia: soltanto gli allievi dell'accademia possono farlo.
Però qualcosa cambierà nella sua vita quando, in cambio di denaro, accetterà di proteggere e nascondere Colvin, uno scudiero ricercato dal crudele sceriffo Almaguer, fedele servitore del re.

Mi aspettavo molto da "Muirwood"; speravo di leggere un buon fantasy vecchio stile, ma devo dire di essere rimasta in parte delusa.
Le idee ci sono e sono anche piuttosto buone; qua e là c'è anche un pizzico di originalità (soprattutto per quanto riguarda le Pietre Lascive), ma lo svolgimento della storia secondo me non si è rivelato all'altezza.
La trama è davvero troppo lineare, e per come la vedo io certi aspetti (così come molti personaggi) potevano essere approfonditi molto di più.
I personaggi sono pochi e, a parte i due protagonisti, non sono particolarmente caratterizzati. Anche Lia e Colvin, che sono stati caratterizzati decisamente meglio rispetto agli altri, li ho trovati comunque piuttosto stereotipati.
Il finale non è un vero finale, e secondo me è fin troppo frettoloso.
In ogni caso il romanzo, nonostante tutti questi difetti, sarebbe stato piacevole da leggere se non fosse per via della traduzione della Fanucci: refusi, ripetizioni, verbi coniugati male e altri errori grammaticali si susseguono senza sosta, al punto che spesso ho pensato di abbandonare il romanzo per colpa della poca cura che l'editore gli ha riservato.

★★☆☆☆ e ½

2 commenti:

  1. "Porca cura" è un errore di battitura o una scelta precisa?
    Scherzi a parte, non mi sorprende la scarsa qualità della traduzione da parte della Fanucci, tanto che orma punto a finire le serie che ho iniziato e abbandonarla senza voltarmi indietro.
    Che poi mi pare di capire che - grazie all'edizione - il libro è passato proprio da mediocre a brutto senza possibilità di appello -___-
    (cmq mi è venuta voglia di leggerlo in inglese, principalmente perchè quando sento "I miserabili" sono automaticamente interessata anche se non c'entra niente con Hugo XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, era il mio subconscio che ha scritto porca perché pensava che un'edizione del genere non la darebbe nemmeno in pasto ai maiali! XD Maledetto subconscio! XD E dire che l'ho anche riletta la recensione, prima di postarla XD

      Elimina