venerdì 25 novembre 2016

Recensione: "Incantesimo" di Rachel Hawkins

Titolo: Incantesimo
Autore: Rachel Hawkins
Editore: Newton Compton
Prezzo: 9,90
Data di pubblicazione: 02/04/2015

Sophie Mercer è una ragazza di sedici anni molto particolare. Da tre anni, infatti, ha scoperto di essere una strega: un potere che ha ereditato dal padre e dalla nonna, ma che non sa ancora gestire. Dopo che il suo primo incantesimo durante il ballo scolastico ha causato dei danni e portato grande scompiglio, la madre ha deciso di spedirla alla Hecate Hall, una scuola per ragazzi “speciali”, i Prodigium, dove eccentrici insegnanti faranno in modo che gli adolescenti imparino a usare i poteri con discrezione e soprattutto lontano dagli occhi dei normali, che potrebbero far loro del male. I suoi compagni sono dei tipi strani: mutaforma, streghe, fate, licantropi e vampiri. Per Sophie è difficile ambientarsi: le altre streghe come lei sono superficiali e viziate, se non crudeli e ambiziose, poi si prende una cotta per un giovane stregone irraggiungibile, mentre un fantasma la perseguita e la sua nuova compagna di stanza è la ragazza più odiata e temuta di tutta la scuola. Come se non bastasse, una misteriosa creatura sta attaccando gli studenti, lasciando due piccoli fori sul collo delle sue vittime, e la prima a essere sospettata è ovviamente la sua amica Jenna. Ma per Sophie le minacce non sono finite: scoprirà ben presto che un’organizzazione segreta e potentissima, L’Occhio di Dio, presente ovunque, vuole eliminare dalla faccia della terra tutti i Prodigium, mentre il Consiglio la sorveglia. Forse perché lei è la prima della lista? O forse perché ha dei poteri di cui non si rende conto?

Vi dico la verità: se non fosse stato per la recensione di Sophie del blog Laumes' Journey, non avrei mai dato nemmeno una possibilità a questo romanzo. Mi sembrava davvero scontato, e avevo anche paura che fosse una copia di Twilight in versione stregonesca.
Però, grazie alle parole di Sophie, ho deciso comunque di dargli una possibilità.

Il romanzo parla di Sophie Mercer, una giovane strega appena sedicenne che, a causa di un incantesimo andato davvero male, viene spedita alla Hex Hall, una scuola in cui streghe, mutaforma, fate, licantropi e vampiri vengono istruiti su come usare i loro poteri lontano dagli occhi delle persone normali, che potrebbero non accettarli o, addirittura, far loro del male. Qui Sophie incontrerà Jenna, una eccentrica ragazza vampiro con la fissazione per il rosa, e Archer, un affascinante stregone per il quale si prenderà una cotta. In più, dovrà risolvere il mistero dell'aggressione di alcune ragazze, per poter proteggere Jenna.

Non ci si deve aspettare niente di particolarmente innovativo o profondo dalla lettura di questo romanzo, che ha una trama piuttosto semplice e che, per ovvie ragioni, mi è sembrato una versione semplificata di Harry Potter. Nonostante ciò, la lettura di "Incantesimo" mi ha davvero divertita: lo stile è molto scorrevole, la storia è incalzante e non ha punti morti, e la protagonista, con le sue battute sarcastiche, è riuscita a farmi sorridere in più di un'occasione.

Spero di leggere a breve anche i seguenti volumi della serie, e vi consiglio di gettarvi tra le pagine di "Incantesimo" se avete voglia di una lettura leggera, divertente e spensierata.

★★★★☆

mercoledì 23 novembre 2016

Www... Wednesday #88



Buongiorno lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)


What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Ho letto i primi capitoli di "Dream On", il nuovo romanzo di Tania Paxia, e per ora mi sta incuriosendo davvero tantissimo!

What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)


Ho finito di leggere "Il ritmatista" di Brandon Sanderson e "La guerra gallica" di Giulio Cesare.
"Il ritmatista" l'ho trovato davvero carino: l'unica "pecca" è che pensavo che fosse un romanzo autoconclusivo e invece non lo è. Quindi niente, la pecca non è del libro ma del mio cervello. XD
"La guerra gallica" non so nemmeno come descriverla: è un lascito di valore inestimabile; Giulio Cesare era un genio militare, ma comunque io tifavo per Vercingetorige, anche se sapevo già come sarebbe andata a finire.


 What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Ancora non lo so, ma in questo periodo sono proprio in vena di fantasy!

martedì 22 novembre 2016

Teaser Tuesday #122


Durante tutta la giornata non feci altro che pensare alle parole di Pauk Kusac. Non diedi il meglio di me con gli altri pazienti e non era affatto giusto. Kendra Matteson mi aveva guardato con uno strano sguardo, come a voler richiedere la mia attenzione, per quasi tutta la seduta di psicanalisi. Avevo colto qualche particolare di quel sogno in cui lei, giovane casalinga frustrata, si metteva a urlare per tutta la casa e a lanciare i ferri da stiro contro il marito. Era ovvio che lei fosse oppressa dal marito, ma sembrava non essere quella la causa, perché andavano d'amore e d'accordo. Anche troppo, secondo il suo modo di vedere. Allora, inconsciamente, forse, la sua mente stava valutando tutti i particolari che aveva assorbito in quell'ultimo periodo e la stava avvertendo che quelle troppe attenzioni erano un po' troppo sospette. Ma era soltanto una mia ipotesi. 

Da "Dream On" di Tania Paxia

lunedì 14 novembre 2016

Segnalazione: "Dream On" di Tania Paxia

Buon lunedì, lettori! :)
Oggi vi presento un romanzo che non vedo l'ora di leggere: si tratta di "Dream On", il nuovo libro di Tania Paxia del blog Nicholas ed Evelyn e il Diamante Guardiano. Io adoro le sue storie, quindi non vedo l'ora di iniziare a leggere anche questo nuovo romanzo!
"Drean On" sarà disponibile a partire dal 16 Novembre, ma lo potete già prenotare su Amazon! 😉

Titolo: Dream On
Autore: Tania Paxia
Editore: Autopubblicato
Prezzo: 1,20
Data di pubblicazione: 16 Novembre 2016
Disponibile su: Amazon

E se l'inconscio si fondesse con la realtà?

«I sogni sono labili e leggeri. Si dissipano in un soffio, senza neanche dare il tempo di rendersene conto.»

Lo sa bene Thea Palmer, psicologa specializzata in psicoanalisi e nell'interpretazione dei sogni. Soprattutto da quando un suo paziente, Paul Kusac, dice di vedere in sogno una San Francisco distrutta abitata da persone rifugiate nei sotterranei o all'interno dei grattacieli per sfuggire alle guardie in ricognizione. Quello che Kusac dice di vedere in sogno è un mondo parallelo, governato da Hypnos, il Dio del Sonno. Thea cerca di convincerlo in tutti i modi che quel mondo da lui descritto (seppur nei minimi particolari) è soltanto un sogno ricorrente che rispecchia l'animo irrequieto dell'uomo. Ma Kusac, durante una seduta, le rivela qualcosa sulla sua vita privata: qualche particolare riguardante la sua adolescenza burrascosa e sulla morte prematura del suo fidanzato Adam. Da quel giorno, Thea, viene tormentata da continue visioni sul suo ex fidanzato morto. In più, altri pazienti sembrano sognare quella città devastata e ricevere dei messaggi in codice da parte di un certo Flynn. Quando anche la sua quasi-sorella minore ha gli stessi disturbi, le sue certezze cominciano a vacillare, pensando addirittura di essere nel bel mezzo di un esaurimento nervoso. La sparizione del suo collega e fidanzato Blake, durante un week-end romantico, non può far altro che peggiorare la situazione. Ma ciò che scoprirà dopo, forse, potrà aiutarla a salvare Blake dalle grinfie di Hypnos e dai suoi subdoli piani. 

Questo romanzo è nato dalla storia scritta da Meggie Clarke in "Sono io Taylor Jordan!"

venerdì 11 novembre 2016

Recensione: "La ragazza che sapeva troppo" di M.R. Carey

Titolo: La ragazza che sapeva troppo
Autore: M.R. Carey
Editore: Newton Compton
Prezzo: 9,90
Data di pubblicazione: 04/06/2015

Nella magica terra di Muirwood, Lia è cresciuta conoscendo servitù e sottomissione. È una miserabile, una reietta cui non è dovuto alcun rispetto e alla quale è precluso ogni segreto custodito tra le antiche mura dell’Abbazia che la ospita. Ma Lia sa che, prima o poi, la sua occasione di riscatto arriverà e che i suoi giorni da serva nelle cucine dell’Aldermaston sono destinati a finire. Quando un armigero di nome Colvin viene trovato sanguinante davanti alla porta delle cucine, Lia sente che è proprio lui la persona con cui provare a cambiare la propria sorte. Sulle tracce del ragazzo ci sono i sicari del perfido sceriffo Almaguer, fedele servitore del re e acerrimo nemico di coloro che, come Colvin, si sono ribellati alla sua malvagia autorità. In una terra sconvolta dalla guerra, Lia intraprende un viaggio pericoloso ma allo stesso tempo rivelatore, alla scoperta di antichi segreti e arti magiche, che la porterà a scoprire in sé stessa doti che neanche immaginava possedere e che invece potrebbero segnare le sorti della sua meravigliosa avventura.

Un romanzo avvincente, straordinario, il primo capitolo di una storia magica e meravigliosa, con un’eroina destinata a entrare nei cuori di ogni lettore.

Non sono un'appassionata di storie sugli zombie, ma devo dire che questo romanzo ha subito attirato la mia attenzione, anche perché non ho fatto altro che leggere recensioni molto positive a riguardo.

In un mondo in cui l'umanità è stata decimata da un fungo che ha trasformato la maggior parte della popolazione in creature guidate solo dalla fame, Melanie, una bambina di circa dieci anni, vive all'interno di una base militare insieme ad altri ragazzini della sua età.
Ma Melanie ancora non sa di essere una persona speciale. Infatti, la dottoressa Justineau, nel ruolo di insegnante, ha il compito di studiarla insieme ad altri esperti.
Quando la base militare viene attaccata Melanie, la dottoressa Justineau, la dottoressa Caldwell, il sergente Parks e il soldato Gallagher sono costretti a fuggire e ad attraversare l'Inghilterra nel tentativo di raggiungere Bacon, dove presumono ci sia ancora una comunità non infetta.

"La ragazza che sapeva troppo" è un romanzo ricco di azione, capace di tenere il lettore letteralmente incollato alle pagine dall'inizio alla fine.
Nonostante la forte componente horror, il libro ci offre anche molti spunti di riflessione sulla vita e sulla morte. L'ho trovato a tratti davvero profondo, ma in ogni caso queste digressioni non vanno ad intaccare il ritmo e la scorrevolezza della storia.

I personaggi sono tutti ben caratterizzati: tutti i protagonisti sono stati curati allo stesso modo. Il rapporto tra Melanie e la dottoressa Justineau è davvero toccante, così come è interessante quello tra quest'ultima e il sergente Parks. Mi sarebbe piaciuto che i background di Parks e Justineau fossero stati approfonditi un po' di più, ma anche così la storia procede più che bene.

Devo dire che ho adorato davvero la parte iniziale del romanzo, in cui piano piano si scopre la vera natura di Melanie; e quella finale, con un colpo di scena esplosivo. La parte centrale del libro, seppur buona, secondo me tende a essere un po' troppo ripetitiva. Inoltre non ho apprezzato il comportamento del personaggio di Gallagher, che secondo me a un certo punto è stato usato in maniera fin troppo forzata dall'autore per far proseguire la trama in una determinata direzione.

A parte questo piccolo dettaglio, secondo me questo è un romanzo che può piacere sia a chi ama il genere sia a chi non ne è appassionato. "La ragazza che sapeva troppo" vi terrà incollati alle pagine, fidatevi. ;)

★★★★☆

mercoledì 9 novembre 2016

Www... Wednesday #87



Buongiorno lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Ho appena iniziato "Il ritmatista" di Brandon Sanderson e sto proseguendo nella lettura de "La guerra gallica" di Giulio Cesare.

What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)


Ho finito di leggere da poco "Quella gelida nottea Stoccolma" di Tove Alsterdal. L'ho trovato un po' lento in alcuni punti, ma nel complesso devo dire che mi è piaciuto molto.

 What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Ancora non lo so, ma penso che mi dedicherò a un altro fantasy.

martedì 8 novembre 2016

Teaser Tuesday #121


La lampada di Lilly si spense mentre si precipitava lungo il corridoio. La gettò da una parte, schizzando di olio la parete dipinta e il tappeto elegante. Il liquido scintillò alla luce della luna.
La casa era vuota. Silenziosa, tranne per il suo respiro, reso affannoso dal panico. Aveva smesso di urlare. Nessuno sembrava sentirla.
Era come se l'intera città fosse morta.
Irruppe nel soggiorno, poi si fermò, incerta sul da farsi. Una pendola ticchettava nell'angolo, illuminata dalla luce lunare attraverso le ampie finestre. Dall'altra parte di stagliava il profilo della città, con edifici che si innalzavano per dieci piani o più e le linee dell'elastivia che si intersecavano in mezzo a essi. Jamestown, la città che aveva chiamato casa per tutti i sedici anni della sua vita.

Da "Il ritmatista" di Brandon Sanderson