martedì 14 novembre 2017

Teaser Tuesday #141


Un corvo volteggiò attraverso il bosco avvolto dalle tenebre, a un solo braccio di distanza da Rime.  Lui sentì il battito delle ali come un alito sul viso, prima che il volatile sparisse nel buio. Poi fece il segno del Veggente.
A una certa distanza vide una sagoma. Rime si fermò. Strinse la mano intorno all'elsa della spada mentre si assicurava che il bosco non nascondesse altre creature. La luna era una falce sottile, avara di luce. Rime intuiva dei movimenti, il vento che giocava coi rami. Una nottola emise un lamento prolungato che rimase senza risposta. Per il resto non scorse altri segni di vita. Rime era solo, al di là di quella sagoma che giaceva immobile nel muschio. Si avvicinò. Era esile, e aveva i capelli rossi. Attraverso uno strappo nei pantaloni si vedeva un ginocchio sbucciato. Hirka.
Provò un senso d'inquietudine; si accucciò e le appoggiò la mano sulla schiena. Respirava tranquillamente. 

Da "La figlia di Odino" di Siri Pettersen

lunedì 13 novembre 2017

Segnalazione: "Zappa e spada", l'antologia spaghetti fantasy di Acheron Books

Buon lunedì, lettori! :)
Oggi vi segnalo un'antologia molto particolare pubblicata da Acheron Books, casa editrice che personalmente mi piace tantissimo. "Zappa e spada" raccoglie una serie di racconti di vari autori italiani, e promette di essere davvero fuori dai soliti canoni! VI lascio alla scheda. ;)

Titolo: Zappa e spada - Spaghetti Fantasy
Autore: A.A. V.V.
Editore: Acheron Books
Prezzo: 13,00
Data di pubblicazione: 6 Ottobre 217

Cajelli, De Feo, Fantoni, Gonnella, Hoffmann, Lanzoni, Leonardi, Mala Spina, Mana, Mazza, Nerdheim, Vicenzi. Questa la lista dei rinnegati che hanno dato vita a "Zappa e Spada", la prima antologia al mondo di racconti Spaghetti Fantasy! Ecco la fantasia eroica all'italiana, quella con pochi soldi per gli effetti speciali, ambientata in una contrada fantastica popolata da furfanti e villani, avventurieri senz'arte né parte e paladini male in arnese, fratacchioni e fattucchiere... insomma: braccia rubate all'agricoltura, e restituite al campo di battaglia. Perché quando l'uomo con la zappa incontra l'uomo con la spada... nasce lo SPAGHETTI FANTASY!

venerdì 10 novembre 2017

Segnalazione: "Berserkr" di Alessio Del Debbio

Buongiorno, lettori!
Oggi vi segnalo il nuovo romanzo di Alessio Del Debbio, autore di cui vi ho già parlato diverse volte qui sul blog. Alessio questa volta ha scritto un urban fantasy dalla trama molto interessante, di cui spero di parlarvi presto in maniera più approfondita! ;) Vi lascio alla scheda del libro.

Titolo: Berserkr
Autore: Alessio Del Debbio
Editore: Dark Zone
Prezzo: 14,90 
Data di pubblicazione: Novembre 21017
Disponibile su: Amazon - Ibs

Berlino, inizio del terzo millennio. La Guerra Calda è finita, gli Accordi dell’89 sono stati firmati e la città è stata divisa in sette zone, ciascuna assegnata a una delle antiche stirpi. All’interno della ringbahn vivono gli uomini, protetti dalla Divisione, incaricata di mantenere la pace e impedire sconfinamenti e scontri tra le stirpi. Misteriosi omicidi, provocati da sconosciute creature sovrannaturali, iniziano però a verificarsi in tutta la città, rischiando di frantumare il delicato equilibrio raggiunto. La Divisione incarica Ulrik Von Schreiber di indagare, aiutato dal pavido collega Fabian, ben sapendo quanto abbia a cuore il mantenimento della pace. Ma Ulrik non è soltanto un cacciatore, incarna lo Spirito Protettore della Città, l’Orso di Berlino, che non attende altro che liberare la propria furia.

Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono il romanzo Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016) e i fantasy contemporanei Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017) e Berserkr (Dark Zone, 2017).
Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che sostiene gli scrittori emergenti, soprattutto locali, e d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.

Pagina Facebook “I mondi fantastici – Alessio Del Debbio”: https://www.facebook.com/alessio.deldebbio/ 
Sito autore: www.alessiodeldebbio.it
Blog “i mondi fantastici”: www.imondifantastici.blogspot.it
Twitter autore: https://twitter.com/ADelDebbio

mercoledì 8 novembre 2017

Www... Wednesday #109


Buongiorno lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Ho iniziato da poco a leggere "The danish girl" di David Ebershoff.


What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)



Ho letto "Questo canto selvaggio" di Victoria Schwab. La prima parte l'ho trovata molto lenta, ma andando avanti con la lettura mi sono appassionata al romanzo. La trama è piuttosto semplice, ma lo stile incalzante dell'autrice mi ha catturata.
Poi sono passata a "Wintersong" di S. Jae-Jones. La prima metà non mi è dispiaciuta, mentre la seconda l'ho trovata abbastanza insensata.

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Anche questa settimana non ne ho idea!

martedì 7 novembre 2017

Teaser Tuesday #140


La sala da pranzo era un'altra caverna, molto simile alla sala da ballo. I soffitti si levavano alti sopra la mia testa come le arcate di una cattedrale, e stalattiti di pietra scendevano verso il basso, coperte di fuochi fatui. Era come trovarsi tra le fauci di un mostro gigante, i cui denti minacciavano di richiudersi in ogni momento, mentre aspettavo che il mio signore e marito mi scortasse al mio posto.
Tentai di calmarmi, ma era difficile con il corsetto che mi comprimeva le costole e stringeva i miei polmoni in una morsa di ferro. Potevo fare solo brevi respiri, incapaci di calmare il mio cuore sussultante. Ma sussultava per il nervosismo o per l'eccitazione. Non ne ero sicura.
Spina, Stecco e il sarto mi avevano portato una selezione di abiti tra cui scegliere. La maggior parte era assolutamente inadatta a me: i colori troppo vivaci e troppo pallidi, tagli completamente sbagliati, modelli creati per una persona più alta, o più snella, o semplicemente più di me. Il pensiero di indossare gli abiti di un'altra donna ˗ di un'altra donna morta - mi faceva formicolare la pelle, perciò lo avevo rifiutati tutti, facendo impazzire le mie attendenti. 

Da "Wintersong" di S. Jae-Jones

lunedì 6 novembre 2017

Segnalazione: "Il potere della vendetta" di Jon Skovron

Buon lunedì, lettori! :)
Oggi, dopo tanto tempo, pubblico una nuova segnalazione qui sul blog: si tratta di un nuovo romanzo pubblicato dalla casa editrice Armenia, che ultimamente sta dando alle stampe libri che mi ispirano molto. Questo in particolare è "Il potere della vendetta" di Jon Skovron, primo volume della trilogia "L'impero delle tempeste".

Titolo: Il potere della vendetta
Autore: Jon Skovron
Serie: L'impero delle tempeste #1
Editore: Armenia
Prezzo: 16,00
Data di pubblicazione: 26 Ottobre 2017

Hope è l'unica sopravvissuta del massacro del suo villaggio da parte dei Biomanti, servi mistici dell'Imperatore. Trovata da un monaco-guerriero dell'ordine dei Vinchen, è stata addestrata in segreto, per fare di lei un guerriero che vive solo per la vendetta. Red è un orfano adottato da un noto mercenario del mondo malavitoso sotterraneo, pronto a diventare un ladro e un truffatore di talento senza pari. Quando un capobanda sanguinario fa un patto con Biomanciens per controllare i bassifondi della città di Laven, i destini di Hope & Red si intrecciano. La loro improbabile alleanza li porterà molto più lontano di quanto avrebbero mai immaginato.

lunedì 30 ottobre 2017

Release Blitz: "Fight for life" di Rosa Campanile




Titolo: Fight for life
Serie: Die Love Rise #2
Autrice: Rosa Campanile
Editore: Self-publishing
Genere: Romance Post-apocalittico
Pagine: 232
Euro: 1,99 (ebook)
Cover: Dedalo MADE
Data di uscita: 30 Ottobre 2017

Trama:
Intrappolata a Cincinnati con altri sopravvissuti, Natalia Landreaux è disposta a tutto pur di non morire divorata dagli infetti che hanno distrutto la civiltà, anche correre rischi indicibili per trasmettere un ultimo, disperato messaggio d'aiuto. In pericolo non c’è solo la sua vita, ma anche il prezioso lavoro del fratello Edoardo.
La richiesta di soccorso giunge appena in tempo e mette in crisi il genio informatico Joe Collins. La vita di Joe insieme alla sua nuova famiglia nella Città Sicura di Leons Town è tranquilla, quasi perfetta, ma la missione di salvataggio che richiama in campo lui e Panzer dopo un lungo periodo di assenza, rischia di frantumare quel fragile equilibrio a cui tiene tanto. Eppure, nonostante le perplessità, Joe sa qual è la cosa giusta da fare.
Mentre un nemico più pericoloso e scaltro che mai si prepara ad attaccare, ombre del passato minacciano di distruggere la normalità tanto inseguita da Joe e Natalia. Non sarà facile affatto facile far funzionare la loro strana relazione in un mondo invaso dagli zombie mutanti. Per riuscirci, dovranno solo ricordare che vale sempre la pena combattere per vivere e per amare.

DISPONIBILE SU TUTTI GLI STORE DIGITALI
Amazon • Kobo • GPlay • iBooks

Aggiungilo su Goodreads!

LA SERIE DIE LOVE RISE
#1 Die Love Rise (autoconclusivo)
#1.5 Dare to love (novella spin-off)
#2 Fight for life (autoconclusivo)

TEASER GRAFICO

LEGGI IL PRIMO CAPITOLO

NATALIA

12 Aprile 2090 – Cincinnati, Ohio.
«Andiamo, muovitiii…»
Ciò che stavo facendo era di fondamentale importanza. Cascasse il mondo, dovevo riuscire a inviare il messaggio. In teoria di trattava di un’operazione semplice, eppure tante cose potevano andare storte. Con la sfortuna che mi ritrovavo, la connessione online sarebbe saltata prima che il video fosse caricato completamente o che il contenuto arrivasse a destinazione. O peggio ancora, potevo essere beccata da un momento all’altro.
Con il ginocchio destro che saltellava nervosamente su e giù, aspettavo che la barra verde che indicava il caricamento dell’allegato terminasse di riempirsi, mentre pregavo che filasse tutto liscio. Gocce di sudore colavano lungo il collo, ed era colpa dell’ansia che mi attanagliava se mi tremavano i denti, non dell’aria gelata che mi soffiava sulla pelle.
Controllai l’ora. Mi trovavo nell’unica sala computer dell’edificio da soli tre minuti. Troppo pochi per connettere il tablet olografico alla rete, scrivere il messaggio con le coordinate, caricare il video che avevo preparato settimane fa, inviarlo e cancellare le mie tracce. Purtroppo, questa era l’unica chance che avevo e se non ce la facevo oggi, non pensavo avrei avuto una seconda possibilità da sfruttare tanto presto.
Solo quel pomeriggio infatti ero riuscita a recuperare il pass per poter accedere alla sala server, quello di Johnny McKee, che per puro caso – e con caso intendevo una confezione di collirio versata nel suo caffè mattutino – si trovava in infermeria piegato in due per colpa di una brutta indigestione. Era bastato ispezionare la sua giacca, con la complicità di Noah ovviamente, per rubare la sua tessera.
Uno scricchiolio diverso dal tipico ronzare dei computer mi fece sobbalzare nella mia stessa pelle. Accidenti. 
Ti prego, fa’ che non sia lui.
Grazie al cielo l’upload dei dati terminò prima che mi venisse un infarto, così riuscii a spedire l’equivalente digitale di un s.o.s. in bottiglia nella vastità del web. Eddie era un genio, aveva un sacco di interessi e mi aveva insegnato un paio di trucchetti base da aspirante hacker che, chi l’avrebbe mai detto, mi erano tornati utilissimi, permettendomi di inviare il mio video messaggio ovunque. Qualsiasi cavolo di dispositivo collegato online lo avrebbe ricevuto.
Una volta finito, disconnessi il tablet dal computer che stavo utilizzando senza averne l’autorizzazione, lo ridussi a una barretta della dimensione di uno snack e lo nascosi nella tasca dei pantaloni. Cancellai ogni traccia del mio passaggio e un minuto dopo ero fuori dalla sala – debitamente chiusa a chiave – a passeggiare nel corridoio per fortuna deserto come se non avessi un solo problema al mondo.
Avrei pure continuato a far finta che fosse la verità, se non fossi incappata in colui che non volevo incontrare.
«Guarda guarda chi abbiamo qui. La piccola Natalia.»
Gavin Tursten si avvicinò con un sorrisino allegro stampato in faccia. Come tutti gli abitanti del complesso, indossava una maglietta a maniche corte e dei pantaloni neri che ne esaltavano il fisico longilineo e muscoloso, il suo vanto maggiore oltre all’amatissimo ciuffo di capelli neri tenuto all’insù. Alla cintura portava appese due pistole semiautomatiche e un manganello elettronico, oggetti che, a differenza dei vestiti, non tutti possedevamo purtroppo.
«Tursten.» Lo salutai solo perché dovevo. Feci per oltrepassarlo, ma per mia sfortuna lui si spostò di lato, bloccandomi il passaggio. Merda.
Mi sforzai di restare calma. Se avesse scoperto cosa aveva appena combinato, me l’avrebbe fatta pagare cara, non avevo dubbi. Dietro la falsa educazione e l’atteggiamento spavaldo di chi sa di essere in cima alla catena di comando, Gavin Tursten era una iena spietata e crudele. Se gli lasciavo anche solo intuire che riusciva a intimorirmi (e per quanto avessi voluto negarlo, ci riusciva eccome), ne avrebbe approfittato alla grande e io non potevo permettermi di soccombere. La vita era troppo breve per lasciarsi comandare a bacchetta da un bulletto troppo cresciuto, e comunque, nel nostro mondo esistevano pericoli peggiori di lui.
«Ehi, ehi, quanta fretta! Perchè non resti a farmi compagnia?»
«Mi spiace» risposi con il tono più compassato che mi riusciva di fare. «Noah mi sta aspettando, devo dargli una mano per l’inventario e sono già in ritardo.»
«Sempre dovere e mai piacere, eh. Che peccato» replicò Tursten sembrando dispiaciuto. Quasi dispiaciuto. Si accostò un altro po’ – il concetto di spazio privato non esisteva per lui – tanto che la punta del suo naso arrivò a un soffio dalla mia guancia. Con la coda dell’occhio vidi che si leccava le labbra e un brivido di paura mi fece irrigidire.
Sapevo di piacergli. No, piacergli non era la parola giusta: lui mi voleva. Desiderava possedermi come si possiede un oggetto, come l’ennesimo simbolo di uno status quo all’interno della nostra piccola comunità che solo per lui contava veramente qualcosa. Gavin era consapevole di non potermi avere, non nello stesso modo in cui aveva avuto Pam e le altre che erano passate nel suo letto, più o meno volontariamente, e ciò lo infastidiva parecchio. Ma finché lui e tutti gli altri pensavano che stessi con Noah, che reggeva il gioco per proteggermi, sarebbe andato tutto bene. Almeno speravo.
E se quel cavolo di messaggio fosse arrivato dove doveva arrivare, ero sicura che non saremmo rimasti in questa claustrofobica prigione ancora a lungo, così non avrei più dovuto preoccuparmi di Gavin e delle sue occhiate viscide.
«Magari la prossima volta, che ne dici?» continuò lui, data la mia mancanza di reazioni. «Non riusciamo mai a passare un po’ di tempo soli io e te…»
Neanche morta. Preferivo mille volte andare a cena con un mutante, piuttosto che trascorrere di mia spontanea volontà del tempo con Gavin.
Non diedi una vera risposta alla sua proposta. «Devo andare.» I suoi occhi neri, che avrebbero potuto essere belli se non fosse stato per quella scintilla di crudeltà a malapena celata, mi percorsero avidi e indecenti, soffermandosi con insistenza sul mio seno. «Noah mi aspetta» ripetei, respirando piano, nel timore che potesse notare il cordoncino che portavo al collo al momento nascosto sotto la camicia.
«Quello stupido secchione» commentò Gavin con un mezzo ghigno cattivo. «Prima o poi ti deciderai a stare con un vero uomo. E ti piacerà così tanto che non potrai farne più a meno.» 
Repressi un conato di vomito. «Stai insinuando che Noah non lo è?» replicai, sbagliando. Accidentaccio a me, perché gli stavo dando corda?
La mia reazione sembrò divertirlo. «Piccola», mormorò mentre con l’indice spostava una ciocca dei miei capelli sfuggita all’elastico, «sappiamo tutt’e due che non è un vero uomo uno a cui piace succhiare il cazzo.»
Odiavo che mi chiamasse piccola, che fosse un omofobo di merda e uno stronzo arrogante. Ma più di tutto, odiavo che mi toccasse.
E pareva che Gavin sapesse che lo detestavo, ma evidentemente non gliene importava un cazzo.
«Quando sarai pronta per farti scopare come si deve, bussa alla mia porta.» Mi fece l’occhiolino e, senza aspettare una risposta, si mise da parte per lasciarmi passare. 
Finalmente potei tornare a respirare. Purtroppo non andai molto lontano che Tursten mi fermò di nuovo. 
«Natalia?»
Mi voltai a guardarlo, restando in silenzio. Cos’altro voleva ancora?
«Per quanto mi piaccia vedere il tuo bel culetto, non voglio più beccarti a gironzolare in quest’ala. È un’area riservata, e lo sai benissimo. Potrei non essere gentile, la prossima volta.» Passò con lentezza il palmo sulla cintura, a ricordarmi che solo uno tra noi due era armato e privo di scrupoli. «Mi hai capito bene, piccola?»
Annuii una sola volta. Feci un passo indietro, poi un altro e infine mi voltai per andarmene. Il peso del suo sguardo dietro la schiena indugiò anche quando ormai ero più che certa che Gavin non mi stesse guardando. 
Camminai piano fino a quando non fui fuori dall’area server, poi salii spedita al piano dove si trovavano le camere. Sarei dovuta passare prima in infermeria da Noah, per rimettere a posto il tesserino di McKee, ma dovevo ricompormi e potevo farlo solo una volta chiusa a chiave nella sicurezza della nostra stanza.
Ora che non c’era più l’adrenalina a sostenermi, crollai. La calma che avevo indossato come una maschera si lacerò di netto, la tensione di quella situazione impossibile esplose e io caddi sul pavimento rivestito da una moquette spessa e scura. Mi stesi di schiena, con un palmo aperto sul petto. Cominciai ad ansimare forte intanto che copiose lacrime mi offuscavano la vista, prima di colare giù verso le tempie, bagnandomi i capelli.
Inviando quel messaggio d’aiuto avevo disobbedito agli ordini diretti di Tursten, e non dubitavo neanche per un istante che l’avermi beccata dove non dovevo essere l’avesse insospettito. Ma d’altronde, pur sapendo che rischiavo grosso, l’avrei fatto di nuovo. Ancora e ancora.
Non dovevo temere Gavin, ricordai a me stessa mentre incameravo grandi boccate d’ossigeno, e sì che avevo paura di tante cose.
Avevo paura dei mostri là fuori che avevano spazzato via la civiltà umana.
Avevo paura di stare male. Avevo paura di non riuscire più a respirare normalmente.
Ma più di tutto, avevo paura di morire come un topo chiuso in gabbia senza che potessi fare nulla per salvarmi, circondata da persone che disprezzavano me e la mia famiglia.



ASCOLTA LA PLAYLIST!


L’AUTRICE
Rosa Campanile è una ragazza come tante. Ama follemente la sua famiglia e i suoi due gatti, adora la buona cucina e preparare dolci per le persone che ama. La sua grande passione è la lettura e nel 2014 ha fondato il lit-blog Briciole di Parole, dove parla dei molti libri letti e dei tanti altri che le allungano la wish list. Nel 2016 ha esordito come autrice self con il romance post-apocalittico Die Love Rise, a cui ha fatto seguito la novella Dare to love e il romanzo Fight for lifeSenza fare rumore invece, è il primo volume stand-alone della serie contemporary romance Sweet Surrender, di cui sono previsti altri due romanzi in arrivo per il 2018.

Pagina Facebook Autrice | Blog | Pagina Facebook Blog | Goodreads | Twitter

PER AGGIORNAMENTI E NEWS IN ANTEPRIMA, 
SEGUILA SUL GRUPPO FACEBOOK!



Finalmente, dopo più di un anno di attesa, Rosa Campanile torna con il seguito di "Die Love Rise" (QUI la recensione), romanzo che era riuscito a mescolare sapientemente le atmosfere horror e post-apocalittiche con il romance.

In questo secondo volume, preceduto dalla novella "Dare to love", uscita circa un mese fa (QUI la recensione), Rosa torna a raccontarci le vite non proprio idilliache dei nostri eroi, che però per fortuna sono riusciti a mettersi in salvo in una delle poche città sicure rimaste, e che per ora vivono una vita relativamente tranquilla.

Stavolta i protagonisti non sono Clive e Sophie, ma Joe e Natalia, che impareremo a conoscere nel corso della storia e che avrà un ruolo fondamentale sia per Joe che per tutti gli altri personaggi.
Come sempre, lo stile di Rosa è impeccabile: semplice ma allo stesso tempo descrittivo, riesce a far percepire bene al lettore le atmosfere così come i caratteri dei personaggi, tutti molto ben delineati.

La parte iniziale e quella finale del romanzo sono più incentrate sull'azione, mentre quella centrale ci mostra il legame crescente tra i due protagonisti. La storia è semplice ma ben strutturata, senza punti morti.

Mi sento di consigliarvi questo romanzo se vi piace l'azione ma avete anche un'anima romantica, e se avete già letto "Die Love Rise" non potete lasciarvi sfuggire questo secondo volume!

★★★★☆ 

martedì 24 ottobre 2017

Teaser Tuesday #139



Non era quello che August aveva in mente.
Lo zaino gli si era aperto sul letto, spargendo ovunque materiale scolastico, e l'uniforme era troppo attillata. Secondo Emily andava di moda così, a lui invece sembrava che gli indumenti stessero cercando di strangolarlo. La mimetica della Flynn Task Force era comoda, progettata per combattere, e l'uniforme della Colton Academy invece era rigida, soffocante. Le maniche della camicia gli arrivavano appena più su dei polsi, e il primo segno nero sull'avambraccio - adesso ne aveva quattrocentodiciotto - spuntava fuori ogni volta che piegava il gomito. August ringhiò è abbassò di nuovo il polsino con uno strattone. Si passò il pettine tra i capelli, senza riuscire a impedire ai riccioli neri di cadergli sugli occhi chiari, ma almeno ci aveva provato.
Si raddrizzò e incrociò il proprio sguardo allo specchio, ma era così vuoto da farlo rabbrividire. Su Leo, quell'assenza di espressione comunicava fiducia in se stesso. Su Ilsa, si poteva interpretare come serenità. August invece sembrava soltanto smarrito.

venerdì 20 ottobre 2017

Cover Reveal: "Fight For Life di Rosa Campanile




Titolo: Fight for life
Serie: Die Love Rise #2
Autrice: Rosa Campanile
Editore: Self-publishing
Genere: Romance Post-apocalittico
Euro: 1,99 (ebook)
Cover: Dedalo MADE
Data di uscita: 30 Ottobre 2017

Trama:
Intrappolata a Cincinnati con altri sopravvissuti, Natalia Landreaux è disposta a tutto pur di non morire divorata dagli infetti che hanno distrutto la civiltà, anche correre rischi indicibili per trasmettere un ultimo, disperato messaggio d'aiuto. In pericolo non c’è solo la sua vita, ma anche il prezioso lavoro del fratello Edoardo.
La richiesta di soccorso giunge appena in tempo e mette in crisi il genio informatico Joe Collins. La vita di Joe insieme alla sua nuova famiglia nella Città Sicura di Leons Town è tranquilla, quasi perfetta, ma la missione di salvataggio che richiama in campo lui e Panzer dopo un lungo periodo di assenza, rischia di frantumare quel fragile equilibrio a cui tiene tanto. Eppure, nonostante le perplessità, Joe sa qual è la cosa giusta da fare.
Mentre un nemico più pericoloso e scaltro che mai si prepara ad attaccare, ombre del passato minacciano di distruggere la normalità tanto inseguita da Joe e Natalia. Non sarà facile affatto facile far funzionare la loro strana relazione in un mondo invaso dagli zombie mutanti. Per riuscirci, dovranno solo ricordare che vale sempre la pena combattere per vivere e per amare.

Aggiungilo su Goodreads!

LA SERIE DIE LOVE RISE
#1 Die Love Rise (autoconclusivo)
#1.5 Dare to love (novella spin-off)
#2 Fight for life (autoconclusivo)

TEASER GRAFICO

L’AUTRICE
Rosa Campanile è una ragazza come tante. Ama follemente la sua famiglia e i suoi due gatti, adora la buona cucina e preparare dolci per le persone che ama. La sua grande passione è la lettura e nel 2014 ha fondato il lit-blog Briciole di Parole, dove parla dei molti libri letti e dei tanti altri che le allungano la wish list. Nel 2016 ha esordito come autrice self con il romance post-apocalittico Die Love Rise, a cui ha fatto seguito la novella Dare to love e il romanzo Fight for lifeSenza fare rumore invece, è il primo volume stand-alone della serie contemporary romance Sweet Surrender, di cui sono previsti altri due romanzi in arrivo per il 2018.

Pagina Facebook Autrice | Blog | Pagina Facebook Blog | Goodreads | Twitter

PER AGGIORNAMENTI E NEWS IN ANTEPRIMA, 
SEGUILA SUL GRUPPO FACEBOOK!

mercoledì 18 ottobre 2017

Www... Wednesday #108



Buongiorno lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Sto leggendo "È solo una storia d'amore" di Anna Premoli. Questo è il terzo romanzo della Premoli che leggo, e per ora è anche il mio preferito.


What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)


Ho letto "La spada spezzata" di Poul Anderson. L'ho trovato davvero bello, mi ha appassionata tantissimo.

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

A dire il vero ancora non lo so!

lunedì 2 ottobre 2017

Review Party: "Dare to Love" di Rosa Campanile + Recensione in anteprima

Buon pomeriggio, lettori!
Da oggi è online la novella "Dare to Love" di Rosa Campanile, collegata al romanzo "Die Love Rise" (QUI la mia recensione), romanzo che avevo amato particolarmente. Vi lascio alla scheda della novella, alla trama e alla recensione in anteprima! ;)



Titolo: Dare to love
Serie: Die Love Rise #1.5 (novella)
Autrice: Rosa Campanile
Editore: Self-publishing
Genere: Romance Post-apocalittico
Pagine: 76
Euro: 0,99 (ebook)
Cover: Dedalo MADE
Data di uscita: 2 Ottobre 2017


Dopo aver perduto coloro che amava durante la Diffusione, Eve Lucas trascorre i suoi giorni nella Città Sicura di Savannah prendendosi cura degli altri sopravvissuti, mettendo il benessere del prossimo prima del suo. Ma c'è qualcuno che si prende cura di lei?
Il soldato speciale Eric Smith è attratto da Eve, dalla sua bellezza e dalla sua bontà d'animo, un balsamo curativo per il suo cuore solitario. Nonostante capisca che la donna non desidera averlo intorno, Eric è testardo e non molla. La sua dolce ostinazione basterà a far sì che Eve osi tornare ad amare?

DISPONIBILE IN TUTTI GLI STORE ONLINE
AmazonKobo • GPlay • iBooks

Aggiungilo su Goodreads!

Per tutto il mese di OTTOBRE, Die Love Rise è in promo a € 0,99!

TEASER GRAFICO


L’AUTRICE
Rosa Campanile è una ragazza come tante. Ama follemente la sua famiglia e i suoi due gatti, adora la buona cucina e preparare dolci per le persone che ama. La sua grande passione è la lettura e nel 2014 ha fondato il lit-blog Briciole di Parole, dove parla dei molti libri letti e dei tanti altri che le allungano la wish list. Nel 2016 ha esordito come autrice self con il romance post-apocalittico Die Love Rise, a cui ha fatto seguito la novella Dare to love. Senza fare rumore invece, è il primo volume stand-alone della serie contemporary romance Sweet Surrender, di cui sono previsti altri due romanzi in arrivo per il 2018.

Pagina Facebook Autrice | Blog | Pagina Facebook Blog | Goodreads | Twitter



Poco più di un anno fa avevo letto e recensito (QUI trovate la recensione) "Die Love Rise", romanzo d'esordio di Rosa Campanile. 
Ero rimasta piacevolmente sorpresa sia dallo stile dell'autrice, già molto maturo, sia dal modo in cui Rosa era riuscita a fondere due generi apparentemente opposti, come l'horror e il romance. 

A più di un anno di distanza e dopo un secondo romanzo, Rosa Campanile ci fa di nuovo immergere nel suo mondo post-apocalittico con la novella "Dare to love", che riprende le vicende da dove le avevamo lasciate nel precedente volume, ma al punto di vista di due personaggi secondari, Eve ed Eric. Dopo due capitoli iniziali, che ci presentano il passato dei personaggi, la storia torna al presente, e ci fa scoprire il progressivo avvicinamento di Eve ed Eric.

Ancora una volta Rosa Campanile mi ha stupito per il suo stile semplice e fluido, capace di far immergere completamente nella storia, e per il suo modo di delineare così bene i personaggi che crea. Se avete già letto il primo volume di questa serie e ne sentite la mancanza, vi consiglio di leggere anche "Dare to Love"! :)

★★★★☆ 

mercoledì 20 settembre 2017

Anteprima: "Ti amo già da un po'" di Tania Paxia

Buonasera, lettori! :)
Oggi vi segnalo un nuovo romanzo in uscita dell'autrice Tania Paxia! Si tratta di "Ti amo già da un po'", già pubblicato nel 2015 in self publishing, e che tra pochi giorni uscirà in tutte le librerie grazie alla Newton Compton Editori. Io l'ho letto in versione self e lo rileggerò di sicuro anche in questa nuova edizione! Vi lascio alla scheda e alla trama del romanzo. ;)

Titolo: Ti amo già da un po'
Autore: Tania Paxia
Editore: Newton Compton 
Prezzo: 0,99 (ebook) - 7,90 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 28 Settembre 2017
In prenotazione su: Amazon

L’autrice adorata dal web torna con una romantica storia di Natale

Romanticissimo e frizzante!

Manca una settimana a Natale. Maybelle e Luke, entrambi avvocati, sono nel loro appartamento e stanno discutendo animatamente per via di un caso che May non ha voluto accettare e che il padre di Luke, capo del prestigioso studio di avvocati di New York Davis & Associates, le ha ordinato di prendere in carico. May è determinata a non cedere, Luke è irremovibile sulla posizione della famiglia. I toni si alzano e il confronto diventa un litigio vero e proprio. May, delusa dall’atteggiamento del fidanzato, se ne va sbattendo la porta. Partirà alla volta del New Hampshire: trascorrerà le festività nella casa di famiglia con i genitori e cercherà di schiarirsi le idee. La cittadina di Keene non le è mai sembrata così bella, e anche se ha un macigno sul cuore, May non può fare a meno di sentirsi davvero a casa, in mezzo alla neve, a romantiche decorazioni, cioccolate calde col cuore di gelato, e soprattutto non immaginava che avrebbe incontrato di nuovo Peter, il suo amico di un tempo che forse non ha mai davvero capito… 

giovedì 14 settembre 2017

Blogtour "L'accademia di Anjur: Il numero trentuno" di Federica Petroni - Ultima tappa: I cinque motivi per cui leggere "L'accademia di Anjur" + Estrazione Giveaway



Buongiorno, lettori! :)
Oggi si conclude il blogtour dedicato al romanzo "L'accademia di Anjur - il numero trentuno" di Federica Petroni. Lo avevo già letto un paio di anni fa in versione autopubblicata e mi era piaciuto davvero tanto, e sono molto felice che questa autrice così promettente sia stata notata da La Corte Editore.
Vi lascio ai motivi per cui dovreste leggere "L'accademia di Anjur", preceduti da una piccola scheda di presentazione del romanzo! :)

Titolo: L'accademia di Anjur - Il numero trentuno
Autore: Federica Petroni
Editore: La corte editore
Prezzo: 16,90 (cartaceo) - 5,99 (ebook)
Data di pubblicazione: 15 Giugno 2017

L’Accademia di Anjur, la più grande e antica istituzione dello Stato, è arrivata a fare le selezioni nel piccolo paese dove vive Shani. Entrare in Accademia è un sogno di molti, ma solo pochi eletti possono accedervi. Inizialmente esclusa, Shani riuscirà invece a conquistare il suo posto nell’Accademia dopo aver scoperto, a sorpresa, di avere il Dono e poter controllare l’Archean. Shani lascerà così il suo paesino per entrare nell’Accademia e iniziare l’avventura più grande della sua vita. Ma all’Accademia le regole sono ferree e i pericoli sono tanti e Shani, che rischia di essere espulsa, verrà coinvolta in un complotto che rischia di portare alla guerra civile.Di chi potrà fidarsi? Ma soprattutto, riuscirà proprio lei, così derisa da tutti, a fermare la guerra prima che inizi e a riguadagnarsi il suo posto all’Accademia per l’anno successivo?


I  CINQUE MOTIVI PER CUI LEGGERE 
"L'ACCADEMIA DI ANJUR - IL NUMERO TRENTUNO"

1) I Personaggi: Quanto ho letto "L'accademia di Anjur - Il numero trentuno", sono subito rimasta colpita dai personaggi, sia principali che secondari, e dal modo in cui sono stati costruiti. Oltre a Shani, che è un'ottima protagonista, mi sono piaciuti molto anche i personaggi di Ravi e Villon (personalmente ho adorato quest'ultimo). Non aggiungo altro per non fare spoiler e non rovinarvi la lettura! :)

2) L'ambientazione: "L'accademia di Anjur - Il numero trentuno" ha un'ambientazione classica ma che, allo stesso tempo, riesce anche a essere piuttosto inusuale. Infatti, all'interno di un fantasy dallo stile medievaleggiante, Federica Petroni ha aggiunto degli elementi più moderni, come ad esempio il treno, che hanno dato al romanzo un tocco piacevolmente steampunk.

3) La trama: per quanto mi riguarda, il romanzo non ha punti morti. Non c'è stato un solo momento in cui, leggendolo, io mi sia annoiata. La parte iniziale ci presenta il piccolo mondo in cui vive Shani, e che poi si "allarga" sempre di più, fino a farci scoprire insieme alla protagonista una realtà sempre più complessa, in cui si intrecciano azione, suspense, giochi politici, tradimenti e anche un po' di romanticismo. Insomma, ce n'è per tutti i gusti!

4) Il finale: Se tutto lo svolgimento del romanzo non bastasse, il finale ci conferma tutto il potenziale di questa serie, lasciandoci con il fiato sospeso in attesa del prossimo volume. Come prima, non aggiungo altro. :)

5) L'autrice: questo è un argomento che mi sta molto a cuore. Quante volte ho sentito dire frasi come "Non leggo gli autori italiani perché non sanno scrivere fantasy."? Non so voi, ma io ho sentito questa frase un'infinità di volte. Bene, invito tutti gli scettici a leggere Federica Petroni e a ricredersi. Già nel 2015, quando avevo letto per la prima volta il romanzo in versione autopubblicata, ero rimasta stupita dalla bravura di questa autrice, che era stata in grado di farmi immergere completamente nella storia e di farmi affezionare ai suoi personaggi grazie a uno stile di scrittura fluido e maturo.


GIVEAWAY

Bene, visto che questa è l'ultima data del blogtour, direi di annunciare il vincitore del Giveaway!

Complimenti Alessandra, ti sei aggiudicata una copia del romanzo! A breve verrai contattata tramite mail! ;)


a Rafflecopter giveaway


Se volete dare un'occhiata alle altre tappe del blogtour, le trovate sui seguenti blog:


4 settembre - Presentazione e Recensione: The Mad Otter - https://the-mad-otter.blogspot.it

6 settembre - Intervista all'autrice: Le tazzine di Yoko - http://www.letazzinediyoko.it

8 settembre - L’ambientazione: La tana di una booklover - http://latanadiunabooklover.blogspot.it

10 settembre - I personaggi: Il baule d'inchiostro - http://bauledinchiostro.blogspot.it

12 settembre - Le citazioni: Toglietemi tutto ma non i miei libri -  http://chelibroleggere.blogspot.it

14 settembre - I 5 motivi per leggere il libro: Pagine Magiche - http://paginemagiche.blogspot.it

mercoledì 13 settembre 2017

Www... Wednesday #107



Buongiorno lettori!
Oggi è mercoledì, per cui è giorno di "Www Wednesday", rubrica ideata dal blog Should Be Reading, che consiste nel rispondere a queste tre domande:

- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)


Ho iniziato da qualche giorno "The Quick" di Lauren Owen, ma ho avuto davvero poco tempo a disposizione per leggere, per cui al momento sono ancora ai primi capitoli, purtroppo! Voi lo avete letto?

What did you recently finish reading?
(Cosa hai appena finito di leggere?)

 

In queste settimane non ho avuto modo di leggere moltissimo. Ho finalmente terminato "Il vento di Hastings", che mi è piaciuto anche se ho trovato i personaggi davvero poco caratterizzati. 
"Sogni di mostri e divinità", l'ultimo volume della trilogia della "Chimera di Praga", non ha completamente soddisfatto le mie aspettative, mentre ho trovato "I cavalieri del Nord" molto carino.

What do you think you'll read next?
(Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Al momento non ne ho idea. Come al solito, insomma. ^-^




venerdì 1 settembre 2017

Anteprima: "Cuore oscuro" di Naomi Novik

Buongiorno, lettori!
Dopo questo periodo di pausa, oggi vi segnalo un romanzo che avevo già adocchiato da mesi, e che a breve sarà pubblicato in Italia dalla Mondadori. Si tratta di "Cuore Oscuro" di Naomi Novik. Vi lascio alla scheda e alla trama del libro! 

Titolo: Cuore oscuro
Autore: Naomi Novik
Editore: Mondadori 
Prezzo: euro 19,50
Data uscita: 26 Settembre 2017

Agnieszka è una contadina diciassettenne goffa e sgraziata che vive insieme alla famiglia in un piccolo villaggio del regno di Polnya. Su tutti loro incombe la presenza maligna del Bosco, che sta progressivamente divorando l'intera regione. Per mantenere al sicuro se stessi e i loro villaggi dalle minacciose creature del Bosco e dai sortilegi mortali che lì si compiono, tutti gli abitanti della valle si affidano a un misterioso e solitario mago noto con il nome di Drago. Quest'ultimo sembra l'unico, infatti, in grado di controllare con la sua magia il potere imperscrutabile e oscuro del Bosco. In cambio della sua protezione, però, l'uomo pretende un tributo: ogni dieci anni avrà la possibilità di scegliere una ragazza tra le diciassettenni della valle e di portarla con sé nella sua torre. Un destino a detta di tutti terribile quasi quanto finire nelle grinfie del Bosco. Con l'avvicinarsi del giorno della scelta, Agnieszka ha sempre più paura. Come tutti dà infatti per scontato che il Drago non potrà che scegliere Kasia, la più bella e coraggiosa delle "candidate" nonché sua migliore amica. Ma quando il Drago comunica la sua decisione, lo sgomento è generale.