venerdì 14 aprile 2017

Mini-Recensione: "La moglie del califfo" di Renée Ahdieh

Titolo: La moglie del califfo
Autore: Renée Ahdieh
Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: 3,99 (ebook) - 8,50 (cartaceo)
Data di pubblicazione: 4 febbraio 2016

Al calar del sole sul regno di Khalid, spietato califfo diciottenne del Khorasan, la morte fa visita a una famiglia della zona.
Ogni notte, infatti, il giovane tiranno si unisce in matrimonio con una ragazza del luogo e poi la fa uccidere dopo aver consumato le nozze, prima che arrivi il nuovo giorno. Ecco perché tutti restano sorpresi quando la sedicenne Shahrzad si offre volontaria per andare in sposa a Khalid. In realtà, ha un astuto piano per spezzare quest’angosciosa catena di terrore, restando in vita e vendicando la morte della sua migliore amica e di tante altre fanciulle sacrificate ai capricci del califfo. La sua intelligenza e forza di volontà la porteranno a superare la notte, ma pian piano anche lei cadrà in trappola: finirà per innamorarsi proprio di Khalid, che in realtà è molto diverso da come appare ai suoi sudditi. E Shahrzad scoprirà anche che la tragica sorte delle ragazze non è stata voluta dal principe. Per lei ora è fondamentale svelare la vera ragione del loro assurdo sacrificio per interrompere una volta per tutte questo ciclo che sembra inarrestabile.


Per vendicare la morte dell'amica Shiva, la sedicenne Shahrzad ha deciso di intraprendere una strada molto pericolosa: la ragazza si è infatti offerta volontaria per sposare Khalid, il califfo del Khorasan, famoso per far giustiziare tutte le sue mogli dopo appena una notte di nozze.
Ma Shahrzad è molto furba, e ha un piano per sfuggire a quel destino. In più, vuole scoprire le motivazioni che si celano dietro ai gesti di Khalid per poi vendicarsi di lui.
Ma una volta a palazzo, Shahrzad comincia a scoprire che il califfo non è il mostro che tutti credono.

Con "La moglie del califfo", Renée Ahdieh ha in parte rivisitato "Le mille e una notte", mantenendo inalterati molti dettagli, tra cui l'ambientazione mediorientale.
Ho trovato la trama molto carina ma un po' frettolosa, soprattutto per quanto riguarda il lato più romantico della storia. 
Un'altra cosa che non mi ha convinta è il modo di parlare e di comportarsi fin troppo moderno delle protagoniste femminili, Shahrzad e Despina, in netto contrasto con l'ambientazione.

Darò comunque un'altra possibilità a questa serie, anche se non posso dire di esserne stata conquistata.

★★★☆☆

8 commenti:

  1. Anch'io ho avuto qualche dubbio su questo libro, mi ha lascaita molto insoddisfatta ecco :( Speriamo meglio nel seguito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, anche perché l'idea è carina tutto sommato!

      Elimina
  2. Purtroppo la penso anch'io come te, anche se in generale non mi è dispiaciuto.
    per questo motivo darò un'opportunità al secondo, sperando che ci siano netti miglioramenti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche io leggerò il secondo nella speranza che migliori!

      Elimina
  3. Il seguito, se non sbaglio, dovrebbe uscire a fine aprile. Ci faccio un pensierino, anche se è una serie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se poi lo leggi fammi sapere che ne pensi!

      Elimina
  4. A leggere la tua recensione mi sono un po' rattristata... l'ho preso a 0.99 sul kindle ma pensavo fosse un libro davvero bello bello, non solo bello.
    Lo inizierò con calma, sperando mi piaccia! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quel prezzo ci può stare, in ogni caso :)

      Elimina