martedì 18 luglio 2017

Teaser Tuesday #138


Nelle nostre cabine anguste e maleodoranti facemmo vela lungo la costa sassone e le rive meridionali d'Inghilterra, e poi a ovest, verso quel desolato punto che i marinai chiamano Finisterre.
Con buona ragione, pensai. Me ne stavo sul ponte traballante, i piedi piantati a terra per oppormi al rollio della nave, e ascoltavo le grida dei marinai e l'interminabile cigolio delle vele. Per una volta ero più che lieta di essere donna; la vita di mare non faceva per me, e non vi trovavo nulla di attraente, tranne l'occasionale piacere del vento salato che mi soffiava sulla faccia. Ma ogni cosa era così malferma; il pavimento, i muri, i tavoli, e i rumori della nave in movimento non cessavano mai.

Da "Il vento di Hastings" di Morgan Llywelyn

Nessun commento:

Posta un commento